Autunno caldo per le nuove uscite discografiche

L’estate si avvia alla sua conclusione e dal punto di vista musicale si sta rivelando una stagione molto generosa, tra canzoni ormai consacrate al ruolo di tormentoni e anticipazioni di ciò che arriverà. Quello che sta per arrivare si presenta come un autunno caldo sul fronte delle nuove uscite discografiche: saranno molte e saranno importanti.

Ci saranno grandi e attesi ritorni, ma anche qualche progetto particolare. Ecco alcune di quelle più importanti e consigliate.

Si parte con il rock

 negozio di dischi uscite discografiche

Fine agosto con Bon Jovi

A cavallo tra agosto e settembre si avrà un antipasto niente male per tutti i gusti: il 28 agosto è prevista l’uscita di artisti importanti come i Bon Jovi.

La band originaria di Sayreville nel New Jersey, si ripropone ai propri numerosi fans sparsi per il globo con il nuovo lavoro intitolato Burning Bridges, che arriva non solo a due anni di distanza dal precedente, ma anche dopo il tanto clamoroso quanto discusso abbandono della band da parte dello storico chitarrista Richie Sambora avvenuto nel 2014.

Era infatti già dal 2013 che il chitarrista meditava un cambio di rotta nella sua vita non solo artistica (intenzionato ad intraprendere una carriera solista), ma anche e soprattutto privata; stanco della routine “da band” e desideroso di dedicare più tempo alla figlia, Sambora inizia a “marcare visita” in diverse date del tour di quel periodo, fino a quando arriva l’annuncio di John Bon Jovi, leader della band, del definitivo abbandono della band.

Ma, come si dice, lo spettacolo deve andare avanti, e la band non si è affatto persa d’animo, lavorando, anche con l’opera dello stesso Sambora in alcune tracce, ad un album che sicuramente non deluderà le attese.

In realtà non sarà un vero e proprio album di inediti (per quello bisognerà attendere il 2016) ma una sorta di raccolta con dieci tracce tra fra nuove tracce, tra le quali figurano i due singoli che anticipano l’album, We don’t run e Saturday Night Gave Me Sunday Morning, alcune outtakes e brani rari. Insomma un vero e proprio regalo che i Bon Jovi fanno ai fan, quasi a volerli ringraziare di esserci ancora numerosi dopo tanti anni.

Nella medesima data è prevista anche l’uscita del nuovo attesissimo album dei Motörhead, storica band capofila del genere heavy metal, che quest’anno celebra il quarantesimo anno di attività, e lo fa nel migliore dei modi, con la pubblicazione di un nuovo album in studio dal titolo Bad Magic.

 

The book of soul segna il ritorno degli Iron Maiden

I fan dell’hard rock avranno pane per i propri denti anche nei primi giorni di settembre. Esce infatti, il nuovo lavoro degli Iron Maiden, The book of soul, sedicesimo album in studio della band londinese.

 

Nuove uscite discografiche per gli amanti degli anni ’80

 

Tornano i mitici A-ha

Chi invece era pressoché adolescente negli anni ’80 gioirà nel sapere dell’uscita della nuova fatica discografica dei mitici A-ha, si proprio quelli di Take on me, che dopo alcuni anni fatti di baruffe, separazioni e ricongiungimenti (occasionali e ufficiosi), hanno deciso di tornare in sella e regalare ai propri fans qualcosa di inedito.

L’album s’intitola Cast in steel, che farà da apripista per due ritorni sulla scena live mondiale, il primo a Rio de Janeiro in occasione di una rievocazione del festival Rock in Rio in voga negli anni ’80, e il secondo nel corso di un tour che si snoderà per tutto il 2016.

 

Uscite discografiche nuove, ma dal passato con i Duran Duran

Chi invece in quegli anni si schierava dalla parte della fazione “duraniana” dovrà attendere il 18 settembre, per entrare in possesso del nuovo compact dei Duran Duran.

Simon Le Bon e compagni tornano con Paper Gods, che vede anche la partecipazione di Nile Rodgers, già chitarrista degli Chic, che aveva già  collaborato con la band di Birmingham ai tempi di Wild Boys e che di recente è stato parte integrante di Random Access Memories, fortunatissimo e pluripremiato album dei Daft Punk.

 

11 settembre: trionfa il made in Italy

 

Uscite discografiche: gli alieni di Bollani

L’11 settembre arriveranno nei negozi di dischi le nuove produzioni di tre rappresentanti della musica italiana. Si tratta del noto pianista Stefano Bollani con un album dal titolo un po’ inquietante e sicuramente perentorio: Arrivano gli alieni.

 

La nuova uscita discografica di Dolcenera

Di tutt’altro tenore il nuovo lavoro di Dolcenera. Si chiama Le stelle non tremano, del quale già da qualche giorno è in rotazione il primo estratto, in pratica la title track.

 

Rap al femminile con Baby K

Dopo lo strepitoso successo ottenuto da quello che a tutti gli effetti si può definire il tormentone dell’estate 2015, vale a dire Roma-Bangkok cantato in coppia con Giusy Ferreri, arriva l’album della Femmina Alfa del rap nostrano, Baby K, che propone Kiss Kiss, Bang Bang.

 

Tra rock e cantautorato, le nuove uscite di settembre e ottobre

 

Lavori solisti per David Gilmour e Keith Richards

Gli appassionati del rock old style si segnino sul calendario la data del 18 settembre, perché per quella tra le uscite discografiche data sono stati annunciati i lavori solisti di due pietre miliari della storia del rock: David Gilmour con Rattle that lock e Keith Richards con Crosseyed Heart.

 

Uscite discografiche: i Negramaro annunciano “La rivoluzione”

I Negramaro tornano sulla scena musicale col loro nuovo lavoro discografico dal titolo La rivoluzione sta arrivando; la data d’uscita è prevista per il 25 settembre; l’album è stato anticipato da due singoli, Sei tu la mia città, uscito il 24 aprile, divenuto tra l’altro tema dello spot Alfa Romeo, e Attenta nell’air play radiofonico dal 7 agosto.

La band salentina capitanata da Giuliano Sangiorgi porterà l’album in giro per i principali palasport italiani, a partire dal 6 novembre al Mandela Forum di Firenze.

 

 

A ottobre De Gregori omaggia Dylan

Probabilmente è un progetto che Francesco De Gregori aveva in testa da un po’ di tempo, omaggiare il suo mito musicale per eccellenza, e alla fine vi ci ha messo mano e lo ha realizzato.

Da segnare tra le uscite discografiche da non perdere, esce il 23 ottobre  De Gregori canta Bob Dylan – Amore e furto. Già nel titolo dell’album si coglie una certa autoironia da parte del  cantautore romano, con la quale ammette un certo spirito di emulazione, ai limiti dell’imitazione, che il “principe” della musica italiana ha sempre avuto nei confronti del cantastorie americano.

In questo omaggio De Gregori reinterpreta a suo modo 11 brani di Bob Dylan. Restano ancora top secret i brani che comporranno la tracklist di questo album, si sa però che l’intento di De Gregori è stato quello non di fare delle semplici cover, ma di tradurre in italiano i brani di Dylan. E l’operazione desta una certa curiosità, non solo tra i fan di entrambi gli artisti.

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *