Gli imprevisti della pubblicità comparativa: Fiat vs. Renault, Toyota e Mini

Fiat, Renault, Toyota e Mini, gli imprevisti della pubblicità comparativa
Fiat, Renault, Toyota e Mini, gli imprevisti della pubblicità comparativa

FIAT 500 chiede perdono alle rivali, ironicamente. La sua colpa?  Ma essere così unica e bella! La pubblicità comparativa a colpi di tweet.

Ma che succede se il trollato si trasforma in troll?

Fiat, Renault, Toyota e Mini, gli imprevisti della pubblicità comparativa
Fiat, Renault, Toyota e Mini, gli imprevisti della pubblicità comparativa

Che fra i brand si scatena una divertentissima guerra all’ultima battuta, tweet sagaci e ironici destinati a diventare virali.

LEGGI ANCHE: Effetto Fedez, la musica RAP invade la tv nella pubblicità

Pubblicità comparativa: Mini, scusami se sono bellissima

La pubblicità comparativa non è certo una invenzione del gruppo marketing di FIAT. Generalmente consentita nei paesi anglofoni, in Italia è una strategia rischiosa, perché le normative vigenti non permettono l’accostamento di un prodotto ai competitor per mostrare un paragone decisamente di parte.

Fiat, Renault, Toyota e Mini, gli imprevisti della pubblicità comparativa
Fiat, Renault, Toyota e Mini, gli imprevisti della pubblicità comparativa

Indimenticabile le serie americane di spot Pepsi vs Coke.

Se gli altri non stanno a guardare: il botta e risposta tra brand

Ultimamente lo aveva fatto Ceres, tra i brand più dinamici sui social network (Facebook in particolare), intervenendo nella reclàme di un concorrente.

LEGGI ANCHE: Quali sono le birre più attive sui social network?

Ma che succede se chi riceve lo scherno ha un buon reparto di creativi e un manager preparato a fronteggiare crisi social ben più rilevanti?
Succede che Twingo, Mini e Toyota hanno incassato il colpo e risposto a dovere. Come? Ma a suon di tweet, naturalmente!

Fiat, Renault, Toyota e Mini, gli imprevisti della pubblicità comparativa
Fiat, Renault, Toyota e Mini, gli imprevisti della pubblicità comparativa

Ironiche senza dubbio e centrate le risposte dei competitor chiamati in causa.

Quando il botta è risposta è online, è rapido e imprevedibile! Facile farsi notare quando l’assist perfetto te lo serve la concorrenza, davanti a tutti.

E, cosa davvero importante, completamente a costo zero.

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *