De Gregori dà nuova “Vivavoce” alle sue canzoni

Francesco De Gregori

 

Come i grandi artisti insegnano, la maturità è la fase della vita dell’uomo in cui tutto assume un’importanza differente, quasi mistica, in cui tutto ciò che è stato fatto precedentemente viene riportato alla luce con una saggezza ed una tenacia che rende grande l’artista stesso. L’artista maturo fa del suo bagaglio culturale e dei suoi successi un’arma vincente che gli consente di appagare la stima e l’ammirazione da parte del suo pubblico. Riproporsi ai propri fans con nuove rivisitazioni e intenzioni è il massimo che si possa desiderare; ancora meglio se l’artista in questione è un grande cantautore come Francesco De Gregori.

Nuove emozioni nell’album Vivavoce

De Gregori ha presentato a Milano “Vivavoce”, un doppio album di 28 brani, i suoi più grandi successi di quarant’anni di carriera musicale, con nuovi arrangiamenti e tanti ricordi. Questo lavoro discografico consta di rimandi ad un passato musicale che ha fatto e continua a fare scuola, con intensi omaggi ad altri amici artisti, tra cui Lucio Dalla.

“Lavorare con lui è stato così importante che l’ho fatto due volte, nel 1979 e nel 2010, c’era una spinta artistica forte al nostro incontro ed è stato inevitabile ricordarlo con l’unione di due canzoni che ci piacevano”.

Con queste parole De Gregori ci tiene a ricordare Lucio Dalla che viene omaggiato sul finire del brano Santa Lucia facendo risuonare le note di Come è profondo il mare. L’omaggio viene anche riservato a Leonard Cohen con Il futuro, cover di The Future, e a Bob Dylan con Fiorellino # 12&35. 

Francesco De Gregori

Il ritorno di Alice e della Donna cannone

Con due chitarre e due voci viene riproposta Alice, con la partecipazione di Luciano Ligabue. Un mondo che continua a girare senza fretta questo ripresentato nell’album Vivavoce, dove ogni nota viene incastrata perfettamente all’interno di una cornice musicale di alto livello. È affidato a Nicola Piovani il ritorno della Donna Cannone; il brano viene denudato della sua ritmica originaria per raggiungere un’atmosfera sobria e intensa, marcata da un bianco e nero del video in cui il cantante  De Gregori, con fare deciso, canta il suo brano. Con il volto attraversato da rughe e delimitato da una matura barba grigia, il cantautore ricanta e rivive i suoi successi in questo album che lui stesso ha definito “il disco che aveva in mente da una vita”. 

Il tour europeo 2014 

Inizia proprio oggi il nuovo tour, partendo da Lussemburgo per poi continuare il 16 Novembre a Londra, il 18 a Bruxelles e il 22 a Locarno. Nel 2015 sono già fissate due date del Vivavoce tour, il 20 e il 23 Marzo rispettivamente a Roma e ad Assago. Il doppio album del cantautore romano (Caravan/Sony Music) è disponibile in una versione standard e in una versione deluxe limitata e numerata (4 vinili, doppio cd e booklet).

 

Credits foto: wikipedia.org/ commons.wikimedia.org/ 

Commenta su Facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *