Le migliori serie tv per staccare davvero durante le vacanze

Le migliori serie tv per staccare davvero durante le vacanze

Lo ammetto, quando voglio davvero staccare e rilassarmi non c’è niente di meglio che guardare cartoni animati e le migliori serie tv adolescenziali. Non so perché e forse dare una spiegazione neuroscientifica basata sulle teorie dei neuroni specchio sarebbe un po’ troppo e sembrerebbe un po’ un alibi da criminale. Io invece proprio non me ne vergogno. Sono un comics addicted e le serie tv per ragazzi mi mettono di buon umore, forse sì, mi riportano indietro ai miei ani ruggenti.

In cerca di un po’ di relax da divano, le mie vacanze quest’anno sono trascorse senza salti dalle montagne e immersioni subacquee. Qualche giro in barca, un po’ di mare e di sole, qualche grigliata in spiaggia. E poi, il mio modo preferito di passare il tempo libero e staccare davvero la spina dal lavoro: qualche ora di sano svago davanti allo schermo.

“Ogni estate ha le sue storie” e questa mia estate con TIMVision le storie sono state quelle delle migliori serie tv per ragazzi: La vita segreta di una teenager americana, Greek la confraternita e Make it or break it.

Ragazzi, adolescenza e una vita da vivere

Le migliori serie tv per staccare davvero durante le vacanze (3)

Gli ingredienti per appassionare ed affezionarsi ai personaggi ci sono tutti nella serie creata da Brenda Hampton e ambientata in California.

La protagonista, Amy Juergens, è una ragazzina con un talento particolare: suonare il corno nella banda della scuola. Forse proprio questo lato un pochino nerd, la rende tanto simpatica da non poterle rimproverare neanche la “leggerezza” di essere rimasta incinta dopo una sola notte con Ricky Underwood, il ragazzo difficile della scuola che, dopo un iniziale rifiuto, decide di aiutare la ragazza.

Ma Amy in fondo affronta una realtà che è parecchio diffusa tra le adolescenti americane e così il nuovo amore con Ben Boykewichh, un bravo ragazzo che si prende la responsabilità di crescere il bambino con lei, la rende ancora più simpatica agli occhi del pubblico.

La situazione della ragazza diventa ancora più complicata quando cominciano i primi problemi matrimoniali dei genitori, la nonna si ammala e la sorella, Ashley, proprio non riesce a trattenere il suo sarcasmo.

Sullo sfondo, le storie degli altri studenti della Ulysses S. Grant High School: Adrianne, Grace e Jack. Ogni ragazzo alla Grant nasconde in realtà un segreto e la gravidanza di Amy sembra diventare l’aspetto quasi normale di tutta la vicenda.

In fondo siamo tutti un po’ nerd

Greek la confraternita, è la serie statunitense che trae ispirazione dall’indimenticabile Animal House e dal ciclo dei college movies stile American Pie.

Rusty, il protagonista della serie, è una matricola, che vuole finalmente sbarazzarsi della sua fama di sfigato che lo aveva accompagnato al liceo. Basta libri e studio, meglio unirsi alla confraternita. Ma la vita non è mai in discesa ed ecco che l’ostacolo più grande per Rusty si presenta anche al college: si tratta della sorella più grande, Casey, già perfettamente integrata nella sua confraternita, la ZBZ.

Insomma, alla fine, pensandoci bene, siamo stati tutti un po’ Rusty.

La vita? Una competizione

Le migliori serie tv per staccare davvero durante le vacanze

L’ultima serie tv da ragazzi che vi consiglio, in realtà all’inizio l’ho un po’ subita passivamente, dato che è la serie preferita di Daria, che mi ha guidato in queste tre stagioni per un totale di 48 episodi di Make it or break it.

Ambientata nel mondo della ginnastica artistica – tipica passione femminile -, la serie racconta le storie di Payson, Kaylie, Lauren ed Emily, quattro giovani promesse olimpiche che si allenano alla Rocky Mountains Gym, a Boulder (Colorado).

Tra spirito di competizione e impegno estenuante, mentre ogni ragazza diventa una potenziale medaglia d’oro alle Olimpiadi, tutte devono affrontare conflitti interiori e problemi di varia natura che rischiano di distrarle dal loro obiettivo.

Con l’aiuto di Sasha Belov, un rude ma sensibile coach, ogni ginnasta affronta le piccole sfide quotidiane per puntare alla medaglia d’oro

Commenta su Facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *