Mark Goffeney, il chitarrista che suona con i piedi

Mark Goffeney suona la chitarra con i piedi“Suona con i piedi” può sembrare un’offesa, un modo ironico per dire che una persona non sa suonare ma questa volta non è così. E se prima ci pensava Jimi Hendrix a creare meraviglia e stupore perché in grado di suonare la chitarra con i denti, ora ci pensa Mark Goffeney che suona davvero con i piedi.

Big toe

Nato senza braccia, Mark, musicista californiano, per questa sua particolarità viene proprio chiamato “Big toe”, ossia grande dito del piede. La sua famiglia di musicisti ha fatto sì che Mark avesse passione per la musica e si avvicinasse ad essa fin da bambino. Ed è stato proprio assieme ad un suo amico che ha scoperto il modo per suonare la chitarra anche con i piedi. Ha così costituito la Big Toe Band  che ha riscontrato un grande successo; infatti il primo cd del gruppo dal titolo “Big toe” è stato prodotto nel 2000 da Steve Dudas, il produttore degli Aerosmith, e promosso da PSB Records.

Dalla diversità al fenomeno

Caparbietà e passione permettono il raggiungimento di grandi risultati, in qualsiasi ambito. Se poi, nel mondo musicale, si vincono delle sfide contro i propri limiti fisici allora il risultato desta sicuramente un positivo stupore. E dalla diversità iniziale si arriva ad un vero e proprio fenomeno a cui guardare con occhi colmi non di pietà ma di innovazione e “freschezza mentale”. Così il fenomeno Goffeney ha trovato la metodologia giusta che gli permette di “imbracciare” la chitarra con gli ultimi segmenti degli arti inferiori.

 

Così in braccio così in terra

Anziché avere la chitarra tra le braccia, come si è abituati a vedere, Mark posa la chitarra in posizione supina, per terra, supportando il collo, cioè la parte che ospita la tastiera, che va dalla paletta fino al corpo, con qualsiasi cosa gli capiti; poi usa il piede sinistro per fare gli accordi e dare le “plettrate” e il piede destro che prende gli accordi sulla tastiera. Tanto esercizio permette di avere così un’ elasticità delle dita dei piedi tale da impressionare e da muoversi leggeri sulla tastiera della chitarra che suona in maniera eccelsa. Una storia simile è quella di un ragazzino cinese di dieci anni, Liu Wei, che ha imparato a suonare il pianoforte con le dita dei piedi. Dopo aver perso le braccia a causa di un incidente, toccando dei fili dell’alta tensione, il ragazzino ha perseverato nella sua passione e, dopo essersi esibito al China’s Got Talent, tutto il mondo conosce la sua straordinaria storia.

 

 


 

Credits foto: evoke.ie

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *