Medimex, l’innovazione al centro della musica

 

Circa 800 mq di spazio musicale, suonato e discusso, da ascoltare e da condividere: questo è il Medimex, con i suoi 16 live serali di artisti italiani e internazionali, con le sue 14 presentazioni di nuovi dischi di artisti pugliesi e con 15 incontri d’autore con i protagonisti del panorama musicale italiano.

Tre giorni immersi nella musica

Intensi appuntamenti con chi la musica l’ha sempre fatta e con chi sta cominciando da poco a muovere i primi passi, primi di una lunga passeggiata sulla strada musicale. Artisti di spessore si susseguiranno il 30 ottobre con gli incontri d’autore, a partire da Gino Paoli, Brunori Sas, Giorgia, Malika Ayane, Paolo Fresu, Niccolò Ammaniti, Entics, incontri che saranno arricchiti da dibattiti sui social media, music content e brand, sulla “Puglia dance” tra piste da ballo, dj e club culture, da un workshop fotografico “Suonivisivi”, da presentazioni dei nuovi lavori discografici degli artisti Admir Shkurtaj con il disco “Feksìn”, Pasquale Delle Foglie con “Tempo imperfetto”, Radicanto e il lavoro “Oltremare”, Fabryka con “Echo”.


Dalle 21.30 i protagonisti della “musica suonata” sul palco live saranno The Ringo Jets, Dado Magnetico, Orchestra di Piazza  Vittorio&Ginevra Di Marco con Mama Marjas e Erica Mou,  Mammooth, Brunori Sas, Sinner, Lenacay e Mannarino.

Medimex-l’innovazione-al-centro-della-musica_2

 

Dal folk italiano alle giovani realtà

Il 31 ottobre giovani realtà affermate come Rocco Hunt e Renzo Rubino si lasceranno incontrare, e assieme a loro anche J-Ax, Manuel Agnelli, Ivano Fossati e Pierpaolo Capovilla. In questa giornata ampio spazio sarà dedicato al folk italiano, ricordando la focosa siciliana Rosa Balestrieri, il malinconico e sarcastico Matteo Salvatore, l’etnomusicologa Caterina Bueno e il cantastorie Enzo Del Re.

Particolare attenzione sarà rivolta al mercato musicale e a come la musica lo cambierà, al mercato libero del diritto d’autore europeo e alla musica dal vivo proposta e venduta nei locali pugliesi e del sud dell’Italia.
A presentare le novità discografiche saranno Redi Hasa & Maria Mazzotta con il loro lavoro “Ura”, Il Bric con il disco “Nuovo ordine mondiale”, Camillorè con “Il kaos della solitudine”, Non Giovanni con il disco “Ho deciso di restare in italia” e Bari jungle brothers con “Rime, patate e cozze”.
Chiuderanno la giornata del 31 le esibizioni live dei Nidi d’Arac, Cristina Donà, Diodato, My Little Cheap Dictaphone, DakhaBrakha, Plaza Francia, Jack Savoretti e Alienarmy.

Medimex-l’innovazione-al-centro-della-musica_3

 

La musica continua

L’1 novembre sarà il trio Fabi, Gazzè e Silvestri ad iniziare gli incontri d’autore dell’ultima giornata a cui seguiranno Enzo Avitabile e Violetta e Michele bravi.
E tra gli approfondimenti su come sostenere i giovani talenti per un futuro della musica dal vivo in Italia, sulle strategie di mercato, sull’importanza di un booking agent e sui diritti degli autori, troveranno meritevole spazio soprattutto le innovazioni musicali del duo Folksongs con l’omonimo disco, Molla con l’album “Prendi fiato”, Fonokit con “Fango e bugie”, Ghetto Eden con la presentazione di “Senegalentino” e Una con il disco “Come in cielo così in terra”.


Questi i contenuti del Medimex 2014, un agglomerato di gusto musicale, passionalità e innovazione; la musica protagonista sul piano umano con gli incontri con gli autori, sul piano più tecnico con i dibattiti con gli addetti ai lavori nel campo discografico e sul piano sociale analizzando il mercato musicale e la fruibilità della musica dal vivo nei locali del sud dell’Italia.

Tutto questo il 30 e 31 ottobre e l’ 1 novembre, alla Fiera del Levante a Bari.
Per maggiori dettagli sul programma consultare il sito di Puglia Sounds.

 

Credits foto: pugliasounds.it/medimex /  ilsussidiario.net / suondsblog.it

Commenta su Facebook

One thought on “Medimex, l’innovazione al centro della musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *