Musica per non udenti? Si può fare

Musica per non udenti? Si può fare

Il nostro corpo è il primo strumento musicale con cui entriamo, fin da subito, in contatto e con cui interagiamo per la produzione e l’ascolto di suoni e ritmi. Basti pensare ai primi battiti di mani e alle prime camminate marciate da piccoli. Il corpo è una rete di trasmissioni e casse armoniche e la musica inizia proprio nella conoscenza e nella lettura del corpo stesso che, per imitazione, riproduce i suoni del mondo esterno. Ma se venisse meno l’udito, cosa accadrebbe?

Può una persona sorda accostarsi alla musica?

La risposta è sì; tutto dipende dal rapporto che si instaura tra la persona sorda e il musicista. In questo caso avremo a che fare con un musicista speciale che conosce i concetti della fisica acustica oltre a saper comporre musica. La persona sorda ascolterà, a contatto con la cassa armonica dello strumento musicale, onde sonore ossia la risonanza corporea o attraverso frequenze ben precise.

Musica per non udenti? Si può fare

Si è soliti considerare un concerto di musica live come una guerra di decibel, ma non sempre è così. È il caso di un concerto per non udenti realizzato ad una specifica frequenza per tutti coloro che possiedono una protesi acustica ed una limitata capacità di ascolto. Il concerto è stato realizzato dal compositore olandese Kyteman, aiutato da Vera van Dijk, una ragazza non udente dalla nascita con protesi acustiche. La ricerca delle giuste frequenze ha permesso l’esperienza di una performance musicale dal vivo per tutti coloro che diversamente non sarebbero potuti essere coinvolti dalla musica.

 

Questa iniziativa fa parte del progetto Vodafone Firsts, ideato per dare l’opportunità a persone di dieci paesi diversi di fare qualcosa fuori dall’ordinario per la prima volta per poi condividerne l’emozione attraverso la tecnologia mobile. Una volta fatta una raccolta di idee, la Vodafone ha selezionato dieci persone, una per ogni paese interessato, per permettere loro di realizzare un piccolo sogno. E Vera è stata una tra queste.

 

Credits foto: laperfettaletizia.com/ thedrum.com

Commenta su Facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *