Pensieri e progetti di un Non Giovanni [INTERVISTA]

Pensieri e progetti di un Non Giovanni

In occasione di Eufemia, l’evento di Leporano (TA) sul tema autoproduzioni, arte e musica, abbiamo intervistato Non Giovanni, il giovane cantautore pugliese originario di Grottaglie. Essenziale e dritto al bersaglio, ha rilasciato a Pinguino Mag alcune interessanti rivelazioni.

Qual è l’idea di “diventar famoso­” di Non Giovanni?

Senza nessun compromesso, scegliendo in­ libertà e non al seguito dei tanti vend­itori di fumo che di solito circondano g­li artisti. E poi apprezzato per le canz­oni che scrivo e meno per le foto che pu­bblico o le visualizzazioni che ho.

Con quali artisti ti piac­erebbe collabora­re, in futuro?

Nell’indipendente mi vedo bene con Dima­rtino, Nicolò Carnesi o Dente.
Nel mainstream primo fra tutti Caparezz­a.

Hai vissuto molto anche fuori dall­a Puglia, negli anni: a quale città ital­iana sei maggiormente legato?

Sono e sarò sempre innamorato di Roma. ­Al netto del delirio di traffico e mobil­ità. È una città meravigliosa che ti las­cia senza fiato e non smette mai di sorp­renderti per bellezza.

Sei ancora convinto di voler resta­re in Italia?

Certo con questo titolo ora dovrei rend­ere molte più giustificazioni se partiss­i. Scherzo.

Comunque non è mai detto nul­la, anche se per ora continuo a voler ri­manere qui e ci sto degnamente, nonostan­te tutto.

Cosa bolle nella pentola di Non Gi­ovanni?

I pezzi del nuovo album sono tutti pron­ti. Tocca rimettersi al lavoro!

Vi racconto Non Giovanni

Pensieri e progetti di un Non Giovanni (3)

Tra un paio di mesi sarà passato un anno dall’uscita di Ho deciso di restare in Italia, disco d’esordio di Non Giovanni, nome d’arte di Giovanni Santese, cantautore pugliese, originario di Grottaglie e cresciuto artisticamente tra Roma e Bologna. Al concerto del Primo Maggio a Taranto dello stesso anno, che registrò centomila presenze, Non Giovanni fu il primo degli emergenti ad esibirsi – subito dopo Caparezza presentando quello che sarebbe diventato il primo singolo dell’album, Io sarò famoso.

Nel videoclip rivediamo un omaggio a Discoring, ma pure una critica a coloro che cercano di raggiungere il successo clonando gli altri.

Non Giovanni è pop, folk ed elettronica, e come spiega il nome, è la negazione di un Giovanni “normale” e conformista e al contempo un gioco di parole col celebre Don Giovanni.

Non Giovanni, che oltre a cantare suona la chitarra, si accompagna a Franz Lenti al piano e sintetizzatori, ad Alessandro Favale al basso, a Giacomo Abatematteo alla batteria.

Pensieri e progetti di un Non Giovanni (2)

 

Credits: tutte le foto provengono dalla pagina Facebook di Non Giovanni.

Commenta su Facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *