Qbox, un mondo creativo in una scatola di design

Qbox, un mondo in una scatola
Laura Jevremovitch

Da bambino hai mai costruito una macchina con il cartone delle merendine o una casa delle bambole assemblata con scatole di scarpe, colla e colori? L’idea di Qbox parte proprio da qui, dal gioco di un bambino. Semplice, ma al tempo stesso di una complessità creativa che ci dà solo in parte il senso delle capacità nascoste nell’immaginazione dell’infanzia.

Laura Jevremovitch ha realizzato, proprio partendo da una semplice scatola, un oggetto di design adatto a tutte le età, altamente personalizzabile ed ecocompatibile: Qbox.

Quando la abbiamo conosciuta siamo rimasti colpiti dai colori di queste bellissime scatole, ma anche dalla infinite possibilità compositive, adatte anche alle esposizioni fieristiche, ad esempio, e non ultimo dal lato etico di questo prodotto made in Spain.

Per conoscere come nasce l’idea di Qbox e in che modo i suoi creatori vogliono cambiare il mondo con una scatola, abbiamo rivolto qualche domanda a Laura.

Qbox, un mondo creativo in una scatola di design

Con Qbox i bambini possono costruire un mondo a loro dimensione. Fare è il nuovo modo di studiare e imparare?

Qbox GAME è un gioco incredibilmente affascinante per i bambini: gli permette di costruire il loro spazio, montare e creare una sedia, un tavolo o un castello. Non racchiude solo una componente ludica, è anche un potente strumento pedagogico, approvato e premiato da istituzioni educative internazionali.

[inlinetweet prefix=”” tweeter=”” suffix=”null”]Oltre allo stimolo continuo alla creatività, Qbox GAME racchiude un vasto potenziale per lo sviluppo psicomotorio e didattico[/inlinetweet], sviluppando le capacità spaziali, geometriche e matematiche dei bambini.

Oggi il cliente non si accontenta più di comprare, ma vuole costruire e personalizzare. Qbox World risponde a questa esigenza?

Non vediamo l’ora di offrire a tutti la libertà di personalizzare il nostro prodotto. Abbiamo sviluppato per questo due applicazioni in modo che tutti possano progettare virtualmente Qbox.

Qbox HOME, Qbox  WORLD e Qbox SHOW hanno un comune denominatore: la personalizzazione.

[inlinetweet prefix=”null” tweeter=”null” suffix=”null”]Qbox è dedicato a chi ama costruire le proprie idee, senza limiti all’immaginazione[/inlinetweet]. Personalizzazioni, dimensioni, colori e prezzi sono la chiave della varietà del nostro prodotto.

La nostra App di disegno virtuale tramite Qbox, dà una idea delle infinite possibilità del prodotto, ma è anche uno strumento utile per chi vuole rendere reali i propri progetti e le proprie idee, realizzando stand, mobili, arredi per esposizioni e così via.

Qbox, un mondo creativo in una scatola di design (2)

Vogliamo parlare di Qbox, ma vogliamo anche conoscere la vostra storia. Da chi è composto il vostro team?

Qbox è un progetto e un’avventura che ci sta facendo imparare molto sia come individui che come datori di lavoro, e sta aprendo molte strade.

[inlinetweet prefix=”null” tweeter=”null” suffix=”null”]Ci piace definirci come una realtà che pensa da multinazionale ma in “formato tascabile”[/inlinetweet]. Una breve scheda di tutti i componenti della società sicuramente può aiutare anche a capire da dove viene l’idea e l’ispirazione.

Io sono Laura Jevremovitch, creatrice di Qbox. Architetta, ricercatrice e insegnante presso la Facoltà di Eduazione dell’Università Camilo Jose Cela, di Madrid, con un’esperienza decennale come architetto, nel mondo della costruzione, e una passione per il design di arredi. Dallo sviluppo di Qbox Game, per passione e per sfida, capto e sviluppo le innumerevoli soluzioni, creando Qbox Creaciones.

Qbox, un mondo in una scatola
Fred Lammie

Elisabetta Pola è una imprenditrice del commercio estero dalla nascita. Di origine italo-persiana, apporta il lato internazionale al progetto, tramite una struttura consolidata presente in vari continenti: Centro-America,  Africa ed Asia.  A Milano ha aperto il primo showroom italiano.

Poi c’è Fred Lammie, creativo e disegnatore, creatore di cartoni animati, originario di Panama.  Lui è l’esclusiva professionalità nell’arte, al servizio della creatività Qbox.

Qbox, insomma, è uno staff in movimento, formato da architetti, imprenditori, professionisti nel campo dell’educazione e del disegno audio visuale. Il centro dell’attività è a Madrid, in Spagna, ma abbiamo collaboratori in Italia (a Milano e a Roma), in Norvegia e in altri paesi extra-Ue.

[inlinetweet prefix=”null” tweeter=”null” suffix=”null”]Siamo impegnati a migliorare il mondo e attribuiamo grande importanza all’etica aziendale[/inlinetweet] e alla ricerca della bellezza in tutti gli ambiti.

Scatole di cartone che si trasformano in qualsiasi cosa l’immaginazione possa creare. Ma quanto è importante il vostro progetto che punta a portare banchi e sedie per le scuole ai bambini nei paesi in via di sviluppo?

In generale ci teniamo a sottolineare che i bambini partecipano attivamente alla creazione di Qbox. Facile da montare e trasportare, incredibilmente versatile e al 100% riciclabile, Qbox è perfetto come arredamento di emergenza o arredamento basico, anche nei paesi in via di sviluppo.

Migliaia di bambini partecipano ogni anno al nostro concorso di disegno. E i vincitori, vedono la propria opera personalizzare il Qbox World, cioè il kit dedicato agli arredamenti basici per invii in zone bisognose, partecipando così in prima persona a questi progetti umanitari.

Qbox, un mondo in una scatola
Mar Gómez, Elisabetta Pola e Marta Spada

Viviamo digitale, quindi anche Qbox ha le sue app. Cosa è possibile fare con Qbox App?

Qbox App è lo strumento per sviluppare al massimo le possibilità di Qbox! Si tratta di una applicazione di disegno e personalizzazione, che da la possibilità di sviluppare virtualmente i proprio progetti, realizzare composizioni in 3D in maniera facile e immediata.

E si trova anche sulla piattaforma Roombox, dove è possibile creare la propria composizione modulare, vederla in uno spazio tridimensionale e acquistare le unità necessarie a realizzare il proprio progetto.

Cartone invece di plastica nel momento della nascita della stampa 3D, nel futuro saremo tutti makers di sviluppo sostenibile?

La sfida per Qbox è quella di un futuro di valore e bellezza, in modo sostenibile.

La carta e il cartone, sono materiali nobili – riciclabili, riutilizzabili – per questo validi nel tempo. Crediamo molto nell’innovazione tecnologica dei materiali e seguiamo da vicino lo sviluppo della carta, del cartone e delle tecnologie di stampa.

La tecnologia aumenta infatti le capacità di creazione, quindi la qualità del prodotto stesso.

Noi non vendiamo una semplice scatola, offriamo l’essenza del suo contenuto.

Puoi leggere la versione originale dell’intervista in spagnolo qui.

Commenta su Facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *