Serie tv sugli zombie, come resistere alla pausa natalizia

Come resistere alla pausa natalizia delle serie tv di zombie

Sono passate nemmeno due settimane dalla pausa natalizia che di solito alcune serie tv americane si concedono in questo periodo, come hanno recentemente fatto The Walking Dead  e conseguentemente la serie tv dell’Asylum che strizza l’occhio a TWD, ovvero Z nation. Visitando i gruppi di facebook e più in generale i forum dei siti dei fan, si percepisce come gli spettatori di queste due serie (spesso le stanno vedendo in parallelo) siano in “astinenza da zombie”. Sembrerà un problema da nerd incallito, ma la suspance e la presa sul pubblico prodotta da queste due serie tv rasenta davvero l’ipnotico.

Senza spoilerare ed entrare nel dettaglio delle nuove puntate degli show della AMC e dell’Asylum, vogliamo stilare un prontuario semiserio di resistenza all’astinenza da serie tv sugli zombie.

Rewind delle puntate

Una delle cose più furbe che si possa fare in questi casi, è rivedere dall’inizio le puntate già guardate, consigliato per coloro che possiedono Sky onDemand, in attesa che Netflix faccia il suo esordio in Italia nel nuovo anno.

Leggere il fumetto di The Walking Dead

Come resistere alla pausa natalizia delle serie tv di zombie

Come abbiamo imparato dal workshop di transmedia storytelling con Claudio Gentile, The Walking Dead è un prodotto transmediale, disponibile in videogioco o fumetto, pertanto per lenire i “crampi di fame da zombiete acuta” consigliamo di andare in edicola e leggere i fumetti recenti della serie, che hanno una storia tutta parallela. Basti pensare che non c’è Daryl e alcuni personaggi della serie sono già morti da tempo.

Il Videogioco di The Walking Dead

Per i meno avvezzi alla lettura si consiglia di giocare al videogame di The Walking Dead per rivivere l’ebrezza di essere uno dei personaggi principali della serie tv.

La miniserie su Youtube di Dead Set

Su internet si possono trovare delle chicche bellissime. Una di queste, che ho trovato anni fa durante una delle mie prime astinenze da zombie, è stata Dead Setun mondo post apocalittico di zombie e un’isola felice di un grande fratello inglese, che verrà toccato dall’apocalisse di zombie. Le conseguenze saranno tragicomiche.

Rivedere i classici storici di Romero

Per i puristi del genere si può sempre ritornare all’abc della bibbia degli zombie, e rivedere film del maestro Romero, dall’Alba dei morti viventi del 1968, a La città verrà distrutta all’alba (1973), e poi Zombi del 1978, Il giorno degli zombie (1985), Due occhi diabolici del 1990 scritto a quattro mani con Dario Argento, La metà oscura del 1993, La terra dei morti viventi del 2005, Le cronache dei morti viventi del 2007,  L’isola dei sopravvissuti 2009, e chicca del nuovo anno, l’atteso ritorno alla regia del maestro con Dark fire nel 2015.

Come resistere alla pausa natalizia delle serie tv di zombie2

Rivedere i migliori film di zombie

Ho camminato con uno zombie di Tourner (1943), antesignano dei film di zombie, lascia in sospeso alla immaginazione dello spettatore la creazione del mistero e della sua sospensione della credulità.

ParaNorman un film di animazione del 2012 con atmosfere alla Tim Burton.

Planet terror di Robert Rodriguez del 2007, è uno dei film moderni che rimane più fedele alla classica epopea dei film da zombie.

28 Giorni dopo di Danny Boyle.Si tratta per la precisione umani contaminati dal virus della rabbia che si muovono velocissimi e attaccano gli umani.

Uno dei classici sulle tematiche degli zombie è Zombi 2 di Lucio Fulci, un capolavoro indiscusso del genere horror.

Parodia dei film horror con gli zombie è invece il britannico L’alba dei morti dementi del 2004, dello stesso genere parossistico in cui si collocano Fido del 2006 e Benvenuti a zombieland.

Segnaliamo inoltre il primo film sugli zombie, L’isola degli zombies di Victor Halperin  del 1932.

Una lista completa di tutti i film di zombie che meritano di essere visti la potrai trovare su supergacinema.

Socializzare con i fan di The Walking Dead Italia e Z Nation Italia

Per coloro che sono più abituati, invece, a socializzare e intraprendere nuove amicizie tramite i social network e i forum, segnalo i forum ufficiali di The Walking Dead e Z Nation.

Un avvertimento però, la pagina fan su facebook di The Walking Dead nell’ultima puntata ha praticamente spoilerato la morte di Beth!

Oltre alla pagina su facebook di Z Nation, esiste anche una community italiana di The Walking Dead.

L’eterea serie francese Les Revenants

Nella serie francese del 2012, ideata e diretta da Fabrice Gobert, gli zombie sono dei resuscitati. Per palati sicuramente fini, che amano il cinema d’autore e le atmosfere sospese e lente, niente combattimenti ma solo lotte interiori per i personaggi, sia per  gli umani che per  i “rinvenuti”. Un vero gioiello questa serie tv francese che è in produzione proprio in questo periodo per una seconda stagione che si spera sia generosa nella risoluzione delle fitte trame di mistero sparse lungo tutta la serie.

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *