Storie di successo: i leader a cui ispirarsi

Per puntare in alto e diventare i nuovi manager, imprenditori e professionisti che cambieranno il futuro, occorre cominciare fin da subito ad acquisire competenze e strategie adatte attraverso un master in management pensato apposta per i leader di domani.
Foto: ilgiornale

La vecchia concezione del capo forte e autoritario sta lasciando il posto a un’idea di leadership più morbida ed empatica.

Numerose ricerche convengono nel dimostrare che la qualità di comando e i risultati di business sono strettamente correlati. Saper conciliare autorità e gentilezza e creare un ambiente professionale disteso pare predisponga i collaboratori e i dipendenti a dare il massimo, con ovvie ricadute positive in termini di profitto e qualità del lavoro svolto.

[inlinetweet prefix=”#leadership” tweeter=”” suffix=””]Il nuovo leader è una figura di cui fidarsi, capace di ispirare[/inlinetweet] e condurre il suo team al raggiungimento degli obiettivi nel minor tempo possibile.

Ecco quattro storie da prendere come modello.

Fabiola Gianotti

Storie di successo: i leader a cui ispirarsi
Foto: vdj

Dal 1° gennaio di quest’anno è direttrice generale del CERN, Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare che, per la prima volta nei suoi 61 anni di storia, viene guidato da una donna.

Nata a Roma 56 anni fa, Fabiola Gianotti ha dedicato la sua vita alla ricerca senza dimenticare le sue passioni, come il pianoforte. Dopo aver studiato a Milano è entrata a far parte del CERN nel 1987 ed è stata fra i protagonisti della scoperta del bosone di Higgs.

“La ricerca di base, lo sviluppo tecnologico, la formazione dei giovani e il mantenimento del ruolo di facilitatore di pace che il centro europeo ha sempre avuto attirando scienziati di ogni Paese” sono i quattro pilastri su cui il fisico italiano fonda il proprio lavoro.

Angela Merkel

Storie di successo: i leader a cui ispirarsi
Foto: Wikimedia

Dal 22 novembre 2005 ricopre il ruolo di Cancelliere federale della Germania. Nata ad Amburgo nel 1954, è la donna che ha trasformato la Germania in uno dei Paesi più efficienti ed economicamente sani del mondo.

Ha portato i tedeschi alla guida dell’Europa sfidando molte convenzioni, a partire dal fatto che è una donna divorziata e senza figli. Nelle uscite pubbliche è raro vederla in compagnia di Joachim Sauer, professore e ricercatore di chimica quantistica fra i più apprezzati d’Europa e suo attuale marito.

Pragmatica e discreta, mantiene un basso profilo anche se è universalmente considerata una delle personalità più influenti al mondo.

Steve Jobs

Storie di successo: i leader a cui ispirarsi
Foto: ilgiornale

Informatico, produttore cinematografico, imprenditore e inventore, per tutti il padre di Apple. Uno dei simboli dell’era digitale muore a Palo Alto nel 2011 lasciando un mondo fortemente mutato dal suo genio.

Nel 2010 il Financial Times lo incorona del titolo di persona dell’anno e, pochi anni prima, Fortune lo inserisce fra i 25 uomini d’affari più potenti del mondo. Indimenticabile il discorso di auguri ai laureandi  di Stanford pronunciato nel 2005:

Siate affamati, siate folli, perché solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo lo cambiano davvero”.

Il suo intervento è una sorta di testamento spirituale, visionario e fonte di ispirazione per le future generazioni.

Michele Ferrero

Storie di successo: i leader a cui ispirarsi
Foto: womenforitaly

Imprenditore piemontese, proprietario dell’omonimo gruppo dolciario. Dopo la morte del padre, nel 1949, prende le redini dell’azienda insieme alla madre Piera e allo zio Giovanni.

Dedica la sua vita al lavoro e crea una lunga serie di prodotti fortunati che vanno dal Rocher all’ovetto Kinder, dal Tic Tac al Mon Chéri.

Creatività, generosità e un legame forte con il proprio territorio stanno alla base di un modo di fare impresa che ha portato una pasticceria di Alba, a conduzione familiare, a diventare una multinazionale da oltre 8 miliardi di fatturato.

Per puntare in alto e diventare i nuovi manager, imprenditori e professionisti che cambieranno il futuro, occorre cominciare fin da subito ad acquisire competenze e strategie adatte attraverso un master in management  pensato apposta per i leader di domani.

Articolo scritto in collaborazione con Professione Manager.

Lavorare fuori dall’ufficio: arriva lo Smart Office di Wind Business

Lavorare fuori dall'ufficio arriva lo Smart Office di Wind Business (3)

Lunedì mattina. Non sono in ufficio, eppure sto lavorando. Per i professionisti del digitale lavorare fuori dall’ufficio non è più una novità e anche spiegare alla mamma che cosa fa un Social Media Strategist non è più un problema. Oggi a Milano, domani Bologna. Poi si torna in studio per la riunione aziendale. E il capo di certo non avrà nulla da ridire sulla mia assenza alla scrivania. [inlinetweet prefix=”#lavoro #digital” tweeter=”” suffix=””]Anche fuori dalle quattro mura, sto lavorando e sono produttivo[/inlinetweet].

Lavorare digitale: organizzazione e innovazione

Lavorare fuori dall'ufficio arriva lo Smart Office di Wind Business (4)

I lavori di oggi hanno di bello una certa libertà nell’organizzazione dei tempi, ma bisogna essere ancora più precisi e puntuali di chi regolarmente va a timbrare il cartellino, perché le deadline sono sempre lì, ad aspettare la modifica dell’ultimo minuto.

Proprio per questo è necessario trovare soluzioni innovative, che risolvano le nuove esigenze di business, senza richiedere investimenti da multinazionale.

Tante piccole e medie imprese italiane oggi lavorano in modo innovativo, apportando miglioramenti non solo ai loro prodotti, ma anche al processo, introducendo soluzioni digitali evolute per essere più efficienti e produttive.

Tra le proposte più interessanti per le aziende, Wind offre oggi soluzioni innovative per risolvere le esigenze di business mantenendo un giusto prezzo, in un’ottica di smart working e di evoluzione digitale.

Lavorare fuori dall’ufficio, le soluzioni di Wind Business

Lavorare fuori dall'ufficio arriva lo Smart Office di Wind Business

Il lavoro è sempre di più fuori dall’ufficio, anche grazie a strumenti e tecnologie digitali e in cloud, così le aziende che scelgono Wind Business diventano più efficienti e produttive.

Wind Smart Office è l’offerta dedicata alle PMI che include tre utenze Microsoft Office 365 e che si inserisce nel concetto di Smart Innovation, nell’ambito della Smart Choice proposta da Wind Business.

Smart Offers è un’offerta chiara, semplice e completa, sempre al giusto prezzo; Smart Assistance garantisce una assistenza eccellente, grazie ai nuovi strumenti digitali; Smart Innovation offre soluzioni innovative che migliorano e semplificano il lavoro delle aziende.

Smart working non sarà più solo un hashtag da usare sui social, perché con Wind Business tutte le piccole e medie imprese avranno a disposizione i migliori strumenti digitali per lavorare al meglio anche in mobilità.

Smart Office, smart job

Lavorare fuori dall'ufficio arriva lo Smart Office di Wind Business (2)

Ricevere e gestire le chiamate dirette al numero fisso dell’ufficio dal proprio smartphone, avere sempre a disposizione la rubrica aziendale, potere chiamare i propri clienti e fornitori dallo smartphone, ma presentandosi col numero fisso (che spesso è quello più noto), abbattere i costi e ridurre le complessità gestionali di hardware obsoleti come i centralini, sono tra le esigenze più sentite dalle aziende di oggi, a cui Wind vuole facilitare il lavoro e la vita.

Lavorare fuori dall'ufficio arriva lo Smart Office di Wind Business (6)

Wind Smart Office, si basa su una soluzione di centralino virtuale in cloud, che permette di rispondere a tutte queste esigenze. Le aziende, infatti, possono avere le funzionalità di un centralino fisico, con più numeri di interno fisso in azienda e gestione del flusso di chiamate verso questi numeri, senza la necessità di un apparato fisico, per lavorare fuori dall’ufficio senza problemi. I servizi telefonici si configurano e si attivano su web e l’ufficio è sempre in tasca grazie ad un App che porta il numero fisso sullo smartphone, oltre a mettere a disposizione altre funzionalità ancora indispensabili, come l’invio di fax.

L’offerta integrata fisso-mobile di Wind Business non è un semplice sconto, ma la soluzione innovativa che porta la tua azienda nel futuro.

Buzzoole

Il futuro delle vendite è nell’eCommerce

E-commerceMaster_FullImmersion

La previsione di crescita delle vendite online dai siti italiani per tutto il 2015, secondo l’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm del Politecnico di Milano, si attesta intorno al 15%, per un fatturato stimato superiore ai 15 miliardi di euro.

Secondo i dati di Ecommerce Europe, inoltre, l’economia generata dall’eCommerce ha prodotto direttamente e indirettamente circa 2,5 milioni di posti di lavoro in Europa, con oltre 700.000 negozi online.

Nonostante i numeri promettenti e un mercato praticamente mondiale ancora sottostimato, solo il 4% delle imprese italiane attualmente vendono online. La sfida per le PMI è trovare risorse specializzate che conoscano il funzionamento dell’intero processo di eCommerce e che sappiano agire in modo soddisfacente su tutti gli aspetti che possono garantire una crescita economica importante non solo per le aziende, ma anche per il Paese.

Ecommerce Specialist e Online Store Manager, i professionisi del settore

E-commerceMaster_Lavoro

Il primo modo per rendere un eCommerce davvero produttivo è certamente assumere qualcuno che lo sappia far funzionare, che sia consapevole di tutto il processo e non si limiti a credere che un eCommerce significa solo ricevere gli ordini e organizzare le spedizioni.

Nella congenita mancanza di figure professionali adeguate ai ruoli che piano, piano il mercato digitale va aprendo, la formazione è il primo passo verso la realizzazione di veri successi.

Per questo TAG Innovation School mette a disposizione sei borse di studio per il suo “E-commerceMaster” del valore complessivo di 38.800 euro, un master che forma Ecommerce Specialist e Online Store Manager, le figure professionali più richieste da questo settore in continua crescita.

Queste figure si caratterizzano per essere, i primi, responsabili della progettazione del canale online, i secondi, della sua gestione, in grado di creare strategie di vendita digitale per portare il Made in Italy online, in Italia e nel mondo.

5 buoni motivi per iscriversi all’E-commerce Master di TAG Innovation School

E-commerceMaster-AccediSelezione

L’E-commerceMaster di TAG Innovation School è il primo percorso non convenzionale che in cinque mesi di full immersion e sei mesi di stage retribuito e garantito permette a 20 studenti di entrare nel mondo del lavoro pensando all’innovazione, come Ecommerce Specialist e Online Store Manager.

La partecipazione al Master garantisce un totale di 700 ore tra lezioni e project work assistiti, l’accesso 24/7 al Talent Garden Milano, la possibilità di partecipare a tutti gli eventi che si svolgono presso il Campus, uno stage retribuito di sei mesi e l’iscrizione a vita a un servizio di Lifelong Placement, che permette ai diplomati di E-commerce Master di rimanere in contatto costante con le aziende che cercano sul mercato questa figura professionale.

In più, gli studenti parteciperanno alla TAG Barcelona Experience, una cinque giorne di full immersion formativa che li metterà in contatto con le migliori aziende catalane del settore eCommerce.

Quando e come

E-commerceMaster-HP

E-commerce Master parte a novembre, mentre la selezione per le borse di studio si tiene il 30 settembre.

Il Challenge Day, in stile full immersion, prevede un workshop iniziale focalizzato su una delle tematiche calde dell’eCommerce, laboratori assistiti, presentazione dei project work di gruppo, pranzo, aperitivo, networking con le aziende partner e rilascio dell’attestato di frequenza.

Durante l’intera giornata, i partecipanti saranno valutati da una commissione che decreterà i vincitori delle sei borse di studio.

E-commerce Master è un’esperienza professionalizzante full immersion: apprendi, partecipi a eventi internazionali, studi in un Campus all’avanguardia e inizi la tua carriera, grazie allo stage garantito e retribuito al termine del percorso e al servzio di Lifelong Placement.

Buzzoole