Segui Babbo Natale con il Santa tracker di Google

Ritorna anche quest'anno il Santa tracker di Google, per seguire Babbo Natale nei giorni delle feste (3)

Se pensavi che Babbo Natale fosse ancora l’unico a poter viaggiare in assoluta privacy per distribuire doni ai bambini di tutto il mondo, ti sbagliavi di grosso.

Con Santa tracker Google segue Babbo Natale

Come forse ti sarai accorto, Google segue sempre di più i tuoi spostamenti, attraverso app, sistemi di localizzazione, pubblicazione di status sui social network. Anche quest’anno il gigante di Mountain View sta tracciando il percorso di Santa Claus, attraverso il suo personale calendario dell’avvento, il Santa tracker.

Basterà cercare su Google “Babbo Natale” per essere catapultati nel Santa Claus Village e accedere a tutte le funzionalità di questo divertente passatempo natalizio.

Ritorna anche quest'anno il Santa tracker di Google, per seguire Babbo Natale nei giorni delle feste (2)

Oltre al contatore per saper quanto tempo manca a Natale, è possibile giocare con una serie di videogame, tutti a tema, che aiuteranno Santa a distribuire i suoi regali.

Ma Google è anche search ed ecco un’altra delle funzionalità: il mappamondo delle tradizioni, attraverso il quale è possibile scoprire come si trascorre il Natale in ogni parte del pianeta.
 

 

App per Android, estensione di Chrome e Santa tracker per Chromecast

Naturalmente c’è anche un’app per Android, che oltre ai giochi disponibili anche su desktop dà accesso a simpaticissimi video.

Per completare la decorazione natalizia del nostro pc è possibile scaricare l’estensione di Chrome dedicata e grazie a Chromecast, il dispositivo per trasmettere i tuoi contenuti preferiti direttamente alla TV dal tuo telefono o tablet, si può personalizzare anche la televisione di casa e fruire delle funzionalità del Santa tracker con tutta la famiglia.

Ritorna anche quest'anno il Santa tracker di Google, per seguire Babbo Natale nei giorni delle feste

Con questo simpatico sistema Google è in grado di farci provare tanti dei suoi servizi di punta: dalla ricerca tramite browser, a Google Maps, dai video di Youtube fino a Chromecast. E forse sta testando anche la risposta ad uno dei suoi potenziali mercati, quello dei games.

Dal Black Friday a Santa Lucia, tutte le feste che annunciano il Natale

Dal Black Friday a Santa Lucia, tutte le feste che annunciano il Natale (4)

Si può credere o non credere, essere cristiani oppure no, considerarlo ormai come una pura consuetudine consumistica o commerciale, ma il Natale resta “La Festa” per eccellenza.

 

È il momento al quale in quasi tutto il mondo ci si prepara con più ansia, fervore e gioia. E se anche pensate che le vetrine allestite con sempre maggiore anticipo e le luci natalizie per le strade accese sempre prima ogni anno siano frutto della crisi e della necessità di vendere per commercianti e associazioni di categoria di vario genere, ci sono moltissime tradizioni, decisamente più antiche, che dimostrano tutto il contrario.

 

Santa Cecilia, il Thanksgiving Day e il Black Friday

Se per alcune località del Sud d’Italia è il 22 novembre la data che apre le danze per i festeggiamenti natalizi, con Santa Cecilia, patrona della musica, apripista per novene e dolci natalizi, con le famose pettole pugliesi, anche dall’America arrivano tradizioni legate all’apertura dei preparativi per il Natale.
Il giorno del Ringraziamento, o Thanksgiving Day in inglese, si festeggia infatti già il quarto giovedì di novembre negli States e il secondo lunedì di ottobre in Canada, in segno di gratitudine verso Dio per il raccolto e per quanto ricevuto durante l’anno trascorso. ll piatto principale in questo caso è il classico tacchino, offerto ai vicini di casa e alle persone meno fortunate.

Dal Black Friday a Santa Lucia, tutte le feste che annunciano il Natale (5)
“Boxing Day at the Toronto Eaton Centre” by 松林 L from Toronto, Canada – IMG_2768.JPGUploaded by Skeezix1000. Licensed under Creative Commons Attribution 2.0 via Wikimedia Commons

 

Strettamente legato al Ringraziamento e (in questo caso sì) tradizione propriamente commerciale, anche se altrettanto sentita, è il famoso Black Friday. Arriva ogni anno puntuale l’ultimo venerdì di novembre, il giorno dopo il Thanksgiving Day, ed è il giorno in cui ci sono i più grandi sconti dell’anno in tutta l’America. Tutti, ma proprio tutti aspettano questo giorno per fare acquisti a prezzi stracciati, spesso fino all’80% di sconto. I prodotti più ambiti sono i cosiddetti door buster, cioè gli articoli in numero limitato super scontati e destinati solo a chi per primo riesce ad entrare in negozio, o forse sarebbe meglio dire ad assaltare il negozio.

In generale si tratta dell’inizio ufficiale dello shopping natalizio ed è per questo che per l’economia americana ha un valore tanto importante. In base agli acquisti che si fanno durante il Black Friday, infatti, si riesce a capire come andrà la stagione natalizia dei consumi.

Babbo Natale, ovvero San Nicola

Tornando in Italia, ci sono altre feste, accompagnate da altrettante celebrazioni, che precedono il Natale e di cui non ci si può dimenticare. Se il 6 dicembre è la festa più importante per Bari e per la Russia, con i festeggiamenti in onore di San Nicola, da cui ha origine peraltro la leggenda di Babbo Natale (Santa Claus deriva infatti proprio dal santo di Myra), la stessa tradizione si celebra il 5 di dicembre nei Paesi Bassi, dove Sinterklaas (in olandese) porta già i doni a tutti i bambini.

Dal Black Friday a Santa Lucia, tutte le feste che annunciano il Natale
“Sinterklaas zwarte piet” di Michell Zappa] – [1]. Con licenza Creative Commons Attribution-Share Alike 2.0 tramite Wikimedia Commons

 

E mentre in Sicilia doni e dolcetti arrivano già per il giorno dei morti, il 2 novembre, in molte tradizioni della Chiesa ortodossa è San Basilio a portare i doni ai bambini a Capodanno, giorno in cui si celebra la sua festa.

L’Immacolata e Santa Lucia, dal presepe ai mercatini natalizi

Altra tradizione, stavolta tipicamente cattolica, è la celebrazione dell’Immacolata Concezione l’8 dicembre. Anche questo è un giorno particolare di preparazione al Natale, soprattutto in Italia, dove per tanti è il momento di allestire alberi e presepi, tradizione tanto sentita soprattutto a Napoli, ma anche in Catalogna e in Provenza.

Dal Black Friday a Santa Lucia, tutte le feste che annunciano il Natale (2)

E se ancora c’è chi discute se il Natale sia una festa prima pagana, solo successivamente assimilata dal cristianesimo per ragioni di opportunità e simbologia, non ci può dimenticare di un’altra delle feste che avvicinano al 25 dicembre. Anche per Santa Lucia, che si festeggia il 13 dicembre, pare che ci sia qualche attinenza con l’antica festa pagana della luce. Prima dell’introduzione del calendario gregoriano (1582), la festa cadeva infatti il giorno del solstizio d’inverno (da cui il detto “Santa Lucia il giorno più corto che ci sia”), ma non coincise più con l’adozione del nuovo calendario, con una differenza di dieci giorni. La celebrazione della festa era probabilmente dovuta alla volontà di sostituire antiche feste popolari che celebravano la luce e la dea Artemide, che con la Santa cristiana sembra avere notevoli affinità.

In occasione di questa festa, varie piazze di Italia si animano tra mercatini e bancarelle di dolciumi, come ad Alessandria, dove è possibile gustare il tipico lacabon, un bastoncino di lecca-lecca che ricorda un grissino nella forma, ma che è realizzato con zucchero e miele.

Dal Black Friday a Santa Lucia, tutte le feste che annunciano il Natale (3)
“Lucia-13.12.06” by Claudia Gründer – Claudia Gründer. Licensed under Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 via Wikimedia Commons

 

Secondo la tradizione svedese, in ogni regione del Paese viene eletta una Santa Lucia che ha il compito di accompagnare un corteo di bambine e bambini nelle vie della propria città, vestita di bianco e con una corona di candele accese sulla testa. Come in alcune città del Nord d’Italia è Santa Lucia a portare doni e dolcetti ai più piccoli ed è la primogenita della famiglia a doversi alzare presto al mattino per preparare biscotti e pan pepato per tutti i suoi familiari.
Naturalmente c’è ancora un giorno importantissimo prima del 25 dicembre. La vigilia di Natale, infatti, è per molti il momento degli ultimi acquisti, ma anche la vera festa, durante la quale riunirsi con la famiglia intorno al cenone, attendendo la mezzanotte tra un brindisi, una fetta di panettone, una filastrocca recitata dai bambini e un Christmas Carol.