Bob Torrent, arriva la web serie di Maccio Capatonda

Bob Torrent web serie di Maccio Capatonda

Una web serie di Maccio Capatonda? Penserai che è impossibile, dato che è appena uscito un suo film al cinema e che sei abituato a vederlo in televisione. Invece no, il dissacrante e divertente Maccio arriva anche sul web con una esilarante web serie.

È il momento: Internet arriva in TV

Fino a pochi anni fa la TV era la padrona dei salotti italiani, in bella mostra sul tavolino del soggiorno, disposta nell’angolo più visibile della cucina e per i meno attenti all’etica del sonno e del dormire bene anche ai piedi del letto, pronta ad illuminare i nostri sogni con i protagonisti delle ultime serie TV.

Oggi è in atto invece un’altra tendenza: al posto della televisione un pc e una connessione adsl, anche per non sottostare ai palinsesti e scegliere liberamente cosa guardare e soprattutto quando guardarlo. Alzi la mano chi non ha mai usato Torrent per scaricare l’ultimo film non ancora uscito nelle sale di provincia o il finale di stagione della serie tv più seguita del momento.

Bob Torrent web serie di Maccio Capatonda

Per immortalare questo nuovo momento tecnologico, in cui [inlinetweet prefix=”” tweeter=”” suffix=””]è il web a invadere gli spazi televisivi[/inlinetweet], con i più famosi youtuber ospiti fissi dei salotti pomeridiani e le fiction sempre più ispirate al mondo di Internet, arriva la web serie di Maccio Capatonda, o meglio diretta da Maccio Capatonda.

Torrent, il download illegale nella web serie di Maccio Capatonda

Si intitola Bob Torrent e fin dal titolo il riferimento alla realtà del download illegale e del copyright violato è ben chiaro, così come il tono dissacrante tipico di Capatonda.

Il protagonista, Bob Torrent appunto, è un personaggio megalomane e perfido. Torrent, dal nome del protocollo peer-to-peer che consente la distribuzione e la condivisione di file su Internet, è un produttore cinematografico fallito che decide di vendicarsi diventando il re dei film pirata. Inizia perciò a produrre nei fatiscenti studios della Torrent Production film e serie tv di bassissima qualità che spaccia per grandi capolavori di Hollywood o serie tv cult, imbrogliando i sempre attentissimi utenti del web.

Bob Torrent web serie di Maccio Capatonda

Si tratta in realtà di una vera e propria presa in giro della pirateria online, perché se vuoi scaricare l’ultimo film da Oscar o il meno conosciuto e più ricercato film d’autore può anche capitare di trovarsi nel download un assurdo film in giapponese sottotitolato in sumero. E a quel punto, beh, ben ti sta!

Bob Torrent, i collaboratori e le vittime

Insomma, alla fine la TV si mischia con il web e quello che ne viene fuori è uno dei personaggi brutti, sporchi, cattivi ed esilaranti alla Maccio Capatonda, alle prese con la creazione di serie tv di bassa qualità, piattaforme in streaming che non funzionano e torrent pieni di virus.

Ad aiutare Bob Torrent nelle sue imprese un team di collaboratori accuratamente selezionati: l’assistente raccomandato dal padre politico Licio Chiss me, la stagista un po’ attempata Assunta May, la segretaria dalle doti poco nascoste Silvia Pelvica, il nerd, anche detto responsabile IT, Giobbe e infine il truffaldino magazziniere Pino detto Abete.

Bob Torrent web serie di Maccio Capatonda

Tutto il lavoro di Bob Torrent e dei suoi aiutanti ha un unico, chiaro obiettivo: fregare gli utenti che scaricano film e serie tv pirata da Internet. I due utenti vittime favorite della macchinazione di Bob nella serie, puntata dopo puntata, scopriranno i lati negativi della pirateria che li porterà ad incrinare anche il loro rapporto di coppia.

Dove e come guardare la web serie di Maccio Capatonda

Le puntate di Bob Torrent di Maccio Capatonda saranno disponibili dal 27 marzo grazie al servizio di streaming on demand di Infinity e si potranno guardare per i primi 15 giorni in prova gratuita e poi ad un 1 euro per il primo mese di visione, disponibile per tutti i dispositivi, dalla Smart TV al Chromecast, dal Pc al Tablet, dallo Smartphone alla Playstation e Xbox.

Youtube Rewind, ecco il nostro 2014 raccontato in video

Youtube Rewind, ecco il nostro 2014 raccontato in video

Torna anche quest’anno l’ormai immancabile appuntamento con i video di Youtube Rewind  e questo ci riporta ad una sola realtà: anche il 2014 volge al termine ed è arrivato il momento di guardarsi indietro per prendersi un po’ in giro.

I simboli in video dell’anno che sta per finire

Tra selfie, twerking e versioni internazionali di Happy, il successo planetario di Pharrell Williams, l’anno che sta per finire fornisce una certa quantità di materiale per la simpatica ironia del social dei video.

Nel suo Turn Down for 2014 Youtube spazia dalle secchiate dell’ice bucket challenge in favore della ricerca sulla sla, allo scherzo del cane ragno mutante, fino al devil baby attack che aveva terrorizzato i passanti per le strade di New York.E c’è spazio anche per i primi baci finti, che però hanno commosso la rete.
 

 

Cosa abbiamo ascoltato su Youtube nel 2014

Per la musica, i video must di quest’anno sono stati Dark Horse di Katy Perry, il tormentone mondiale Bailando di Enrique Iglesias e naturalmente, immancabile, anche una doppietta di Shakira, che si conferma regina incontrastata del web, dopo aver raggiunto la cifra record di 106.059.314 fan sulla sua pagina Facebook.

 


 

E lo Youtube Rewind italiano?

In quanto popolo di santi e navigatori, al primo posto naturalmente c’è la chiacchieratissima Suor Cristina da The Voice 2, con più di 66 milioni di visualizzazioni, seguita, anche se a una certa distanza, dalla serie autoprodotta dei The Jackal, Gomorra. Chiude il podio il video su Renzi e l’inglese, a riprova dell’interesse degli italiani verso la politica e soprattutto verso le magre figure dei suoi politici.
 

 

Segui Babbo Natale con il Santa tracker di Google

Ritorna anche quest'anno il Santa tracker di Google, per seguire Babbo Natale nei giorni delle feste (3)

Se pensavi che Babbo Natale fosse ancora l’unico a poter viaggiare in assoluta privacy per distribuire doni ai bambini di tutto il mondo, ti sbagliavi di grosso.

Con Santa tracker Google segue Babbo Natale

Come forse ti sarai accorto, Google segue sempre di più i tuoi spostamenti, attraverso app, sistemi di localizzazione, pubblicazione di status sui social network. Anche quest’anno il gigante di Mountain View sta tracciando il percorso di Santa Claus, attraverso il suo personale calendario dell’avvento, il Santa tracker.

Basterà cercare su Google “Babbo Natale” per essere catapultati nel Santa Claus Village e accedere a tutte le funzionalità di questo divertente passatempo natalizio.

Ritorna anche quest'anno il Santa tracker di Google, per seguire Babbo Natale nei giorni delle feste (2)

Oltre al contatore per saper quanto tempo manca a Natale, è possibile giocare con una serie di videogame, tutti a tema, che aiuteranno Santa a distribuire i suoi regali.

Ma Google è anche search ed ecco un’altra delle funzionalità: il mappamondo delle tradizioni, attraverso il quale è possibile scoprire come si trascorre il Natale in ogni parte del pianeta.
 

 

App per Android, estensione di Chrome e Santa tracker per Chromecast

Naturalmente c’è anche un’app per Android, che oltre ai giochi disponibili anche su desktop dà accesso a simpaticissimi video.

Per completare la decorazione natalizia del nostro pc è possibile scaricare l’estensione di Chrome dedicata e grazie a Chromecast, il dispositivo per trasmettere i tuoi contenuti preferiti direttamente alla TV dal tuo telefono o tablet, si può personalizzare anche la televisione di casa e fruire delle funzionalità del Santa tracker con tutta la famiglia.

Ritorna anche quest'anno il Santa tracker di Google, per seguire Babbo Natale nei giorni delle feste

Con questo simpatico sistema Google è in grado di farci provare tanti dei suoi servizi di punta: dalla ricerca tramite browser, a Google Maps, dai video di Youtube fino a Chromecast. E forse sta testando anche la risposta ad uno dei suoi potenziali mercati, quello dei games.