Verde Coca Cola: arriva Life, la versione salutista

Verde Coca Cola arriva Life, la versione salutista

Bevete più Coca; la Coca fa bene; la Coca conviene, a tutte le età”. No, non è un remake del jingle surreale di Boccaccio ’70, il famoso film diretto a otto mani da Monicelli, Fellini, Visconti e De Sica nel 1962.
Stiamo parlando di Coca Cola, la bevanda industriale più bevuta nel mondo, che già dalla scorsa estate ha lanciato il suo nuovo prodotto, per il momento solo sul mercato sudamericano, britannico e presto su quello australiano.

Si tratta della nuova Coca Cola Life, e la novità sta nel dolcificante utilizzato, formato in parte da zucchero e in parte da stevia, che permette di dimezzare le calorie rispetto alla versione classica. Quello che suona davvero strano e che ha indignato i consumatori più salutisti è la scelta di pubblicizzare la bevanda come un prodotto naturale.

 

 

Coca Cola, in effetti, impiega già la stevia in 45 diversi prodotti, tra cui una versione di Fanta. Fino ad adesso però l’utilizzo era stato per lo più nei succhi di frutta, perché il dolcificante non assicurava risultati soddisfacenti nelle bevande gassate. Modificando alcuni processi produttivi, però, Coca Cola avrebbe ottenuto un prodotto in grado di reggere sul mercato il confronto con la classica Coca Cola. L’azienda ha anche ricordato l’enorme scetticismo che ha accompagnato il lancio della Coca Cola Zero (introdotta nel 2005 in Australia e dopo nel resto del mondo), per vincere il quale la compagnia ha ideato una serie di campagne pubblicitarie per convincere i consumatori sul gusto del nuovo prodotto.

 

 

Dopo cinque anni di studi, il prodotto è stato commercializzato in Cile ed Argentina nel corso del 2013 e il maggior risultato raggiunto è stato quello di cancellare dagli ingredienti il tanto discusso aspartame, che secondo molti sarebbe tra gli additivi alimentari più pericolosi in commercio, presente invece nella Coca Light e in quella Zero. Insomma, un modo per fare un po’ di “green washing”, per uno dei brand più controversi al mondo. E sì, perché anche se non si tratta di compensazione delle emissioni di anidride carbonica, con la Life Coca Cola si tinge di verde. Scompare infatti il classico rosso Coca Cola, quello al quale anche Babbo Natale si era dovuto piegare, cambiando la sua divisa, da verde appunto, a rossa.

Verde Coca Cola arriva Life, la versione salutista (2)

Ma nonostante questa virata bio, in Australia, dove la bevanda sarà lanciata ad aprile 2015, è già molto criticata dagli specialisti. Viene sottolineato il fatto che anche la comunicazione di lancio della Coca Cola Life è pericolosa, perché fa supporre che i danni delle bevande gassate e dolcificate siano legati solo alle calorie e all’aspartame, mentre “Coca Cola Life contiene comunque coloranti, caffeina, acido fosforico e il 19% del fabbisogno giornaliero di zuccheri“. Far passare il messaggio che si tratti di una versione “salutare” di Coke potrebbe essere, invece, altrettanto pericoloso, portando ad un consumo sconsiderato.

 

 

Tutto, comunque, sembra essere stato pensato nel dettaglio: la Coca Life ha appena un terzo delle calorie della versione tradizionale (89 contro 139), anche se ne ha 88 in più rispetto a quella Light e a quella Zero. L’obiettivo però in questo caso è quello di convincere chi diffida da calorie ed aspartame a bere Coca Cola, conquistando una nuova fetta di mercato, e al tempo stesso invogliare chi consuma la versione tradizionale a berne di più, dato che la Life ha solo un terzo delle calorie.

Verde Coca Cola arriva Life, la versione salutista (3)

Anche il colore non è casuale, fatto fuori il tipico rosso legato al food, di cui ultimamente anche Mc Donald’s sta cercando di liberarsi con le sue operazione di diversificazione geolocalizzata del prodotto, si punta tutto su un bel verde biologico e ambientalista. Insomma, sembra proprio che ancora una volta le multinazionali non ci stiano a veder crollare le proprie vendite sulla base di una maggiore consapevolezza del consumatore. E quindi, se Maometto non va alla montagna…

 

 

Credits foto: cocacola.co.uk / wikipedia.org

Commenta su Facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *