Viaggiare per lavoro e avere accesso a uffici in tutta Italia: nasce la Open Card da un progetto di due imprenditori, fondatori di Ufficiarredati.it

“Immaginiamo una card, che come un passaporto, può consentire a imprenditori e liberi professionisti di viaggiare per lavoro in tutta Italia, avendo accesso a uffici in molte città e anche in piccoli centri urbani”: sono queste le parole di Gianluca Mastroianni e Stefano Garuti, fondatori di Ufficiotemporaneo.it, l’Airbnb degli uffici privati, e di Ufficiarredati.it, che festeggia quest’anno l’undicesimo anno di attività e che affilia ad oggi il 35% di tutti i business center italiani, con 80 sedi in tutta Italia.

Gianluca e Stefano hanno realizzato un progetto che ha visto la nascita di una Open Card, un “passaporto” realizzato per liberi professionisti e imprenditori, per accedere a una rete di business center, in tutta Italia.

open card ufficiarredati.it

Open Card: come funziona? A chi è indirizzata?

“La Open Card si rivolge in particolare a imprenditori e liberi professionisti che, per il lavoro che svolgono, sono spesso in viaggio e hanno necessità di lavorare da diversi luoghi, mantenendo una certa flessibilità – spiegano Gianluca e Stefano – Il sistema che abbiamo creato consentirà ai possessori della card (e già clienti con uffici residence) di usufruire di ingressi gratuiti nei business center aderenti al network di Ufficiarredati.it: in particolare si tratta di 12 noleggi gratuiti di uffici arredati da utilizzare in un anno.

Pensiamo, ad esempio, a un consulente autonomo, che durante la settimana, considerati i progetti attivi in diverse aziende su tutto il territorio nazionale, deve viaggiare in continuazione, ma senza perdere la propria produttività: la card rappresenta, quindi, quel “passaporto” che gli permetterà di avere accesso a una serie di uffici sparsi in tutta Italia (e avrà quindi anche una base per poter incontrare nuovi potenziali clienti).

La card, inoltre, rappresenta anche uno strumento per noleggiare sale riunioni nelle nostre sedi. Per i possessori, oltre all’assistenza via chat, sarà disponibile anche un numero Whatsapp dedicato”.

open card

Il panorama dei business center in Italia

Sono 251 i business center in Italia e se ci concentriamo sui dati dell’ultimo anno notiamo che la crescita è stata del +18%, rispetto al precedente. Si tratta di un modello di business che sta continuando a crescere in Italia e che è in grado di trovare spazio non solo nelle grandi città, come Milano e Roma, ma anche in centri urbani più piccoli.

“Orbassano, Aosta, Novara, Trento, Lecce, Salerno, Volpiano (To), Moncalieri (To), Forlì, Turate (Co), Bellaria Igea Marina (Rn) sono degli esempi di centri che ospitano business center – concludono Gianluca e Stefano – Ci troviamo davanti a un modello in costante crescita ed espansione, che vede protagonisti imprenditori di tutta Italia che hanno la volontà di costruire delle realtà capaci di rispondere a diverse esigenze di liberi professionisti, startup, PMI e anche multinazionali.

Il nostro obiettivo, con la nascita della open card, è riuscire a creare una rete di uffici accessibili a imprenditori e liberi professionisti, che sia il più capillare possibile, per poter consentire una copertura ampia e in ogni città: in questo modo i professionisti saranno liberi di viaggiare per lavoro senza doversi preoccupare di non avere un posto in cui lavorare e incontrare clienti”.

Il numero di riferimento è 800 090 130.

LEGGI ANCHE: Che lavori può fare un robot? Tutti, molti sono già svolti da automi

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *