Vino per Natale e dintorni, quale scegliere per fare bella figura

Vino per Natale e dintorni
Vino per Natale – Foto di Flavia Albano

 

Flavia Albano, avvocato,viaggiatrice, enocuriosa, moderatamente polemica  e attenta all’alimentazione consapevole ci offre la sua consulenza per la scelta del giusto vino per Natale, da portare sulle nostre tavole durante le feste. Tra Natale e Capodanno approfittiamo per viziarci un po’, perché il miglior regalo può essere un’ottima bottiglia di vino.

 

Che piaccia o no, il Natale quando arriva, arriva e è necessario scegliere il vino.

E porta con sé parenti più o meno indesiderati, lucine, tombolate, buonismo vario e pranzi interminabili e spesso inenarrabili.

LEGGI ANCHE: Lavorare come Chef, la dura vita dei cuochi

Perché se ci sono varie scuole di pensiero sugli addobbi (l’albero va fatto prima o dopo l’Immacolata?), sulla posizione dei personaggi del presepe e sui baci sotto il vischio, vi è una sola certezza: a Natale si mangia di più e – si spera – meglio degli altri banalissimi giorni non festivi.

Ma se la scelta delle singole portate da preparare diviene argomento di accesi dibattiti domestici, l’impegno a rintracciare la materia prima di qualità migliore, anche a costo di brevi e trafficati viaggi in provincia (dal macellaio-pescivendolo-fruttivendolo di fiducia) spesso assume i connotati di una corsa agli armamenti .

A fronte di questa attenzione quasi maniacale al cibo, che sarà il protagonista di pranzi e cene di vigilia deve però corrispondere una medesima cura nella scelta dei vini da mettere a tavola, lasciandosi tentare anche dai cosiddetti vini naturali, capaci di emozionare e stupire.

Vino per natale: per iniziare, bollicine

Sicuramente un inizio all’insegna delle bollicine non può mancare, ma nell’enorme panorama enoico quale scegliere? Si può optare per un classico Franciacorta, o per un Oltrepò Pavese, fino ad uno champagne (finalmente anche in Italia non è difficile trovare in commercio champagne naturali).

Vino per Natale e dintorni
Foto di Flavia Albano

 

Su antipasti freddi leggeri, crudi di pesce, formaggi freschi e sul tanto amato sushi, senza dubbio si può prediligere una Vitovska del Carso, negli ultimi anni vinificata in purezza da un pugno di produttori friulani e sloveni, con risultati interessanti.

Altrimenti un solito noto della Francia: lo Chablis, valida alternativa al più ricercato Chenin blanc della Loira.

Scegliere il vino per Natale: il bianco

Per gli amanti del bianco, accantonato il modaiolo Gewürztraminer, che deve il successo degli ultimi anni al profumo inebriante di frutta esotica (che piace tanto alle ragazze) oltre che al nome (che fa figo pronunciare), la scelta di un Riesling magari della Mosella potrebbe dare il giusto carattere al convivio, abbinandosi a piatti di pesce, crostacei ma anche a salumi e fritti.
Se poi i vostri ospiti sono poco legati a schemi convenzionali e mostrano una buona dose di curiosità, perché non proporre un vino bianco naturale non filtrato? Sicuramente non resteranno indifferenti…

Volendo, un’opzione tutt’altro che scontata può essere un Pecorino delle Marche accanto all’immancabile Passerina della stessa regione. Si tratta in entrambi i casi di vini bianchi giovani di facile beva, caratterizzati da una gradevole vena acida e delicata sapidità.

I vini per Natale: a scelta dei rossi

Quanto ai rossi, se la fantasia non è il must della serata, potrete tranquillamente affidarvi a un Montepulciano d’Abruzzo, o al sempreverde Barolo, ovviamente se il pranzo contiene piatti molto strutturati e base di carni rosse.

Scelta vincente è senza dubbio un buon Aglianico (sia campano o che lucano), che grazie alle sue caratteristiche organolettiche e strutturali si conferma uno dei migliori vitigni italiani
Il capitolo dei rossi non può che chiudersi con quello che in Puglia è il re della tavola da sempre: il Primitivo.

In passato, vinificato con gradazioni alcoliche fino a 18° aveva il potere di stordire del tutto gli anziani della famiglia già dopo l’arrosto e intorpidire le menti dei più giovani, alleviando così le ultime ore a tavola.
Fortunatamente oggi si è giunti a primitivi con un grado alcolico “più umano” che consente di apprezzare meglio questo vitigno autoctono.

Nell’ampio panorama di primitivi pugliesi da non perdere il ricercato Primitivo di Gioia del Colle con vinificazione in anfora, che pur nel solco della tradizione offre un’esperienza sensoriale sorprendente.

In alternativa, perché non provare, sempre restando in Puglia, il Susumaniello? Varietà autoctona meno conosciuta dei fratelli maggiori primitivo e negroamaro, ma ugualmente interessante.

Lo spumante: il vino giusto per Natale

Giunti al termine del pranzo, se i classici panettoni e pandori non consentono di spaziare granché, richiedendo spumanti dolci (da provare però anche un Recioto di Soave), con crostate, pasta frolla e dolci secchi si ha maggiore libertà, potendo prediligere un Passito delle Eolie, o un buon Moscato di Trani e, per pochi fortunati, un eccellente Aleatico Passito dell’Elba.

E forse a Natale vale ancora di più quanto detto da John Keats:

“Datemi libri, frutta, vino francese, un buon clima e un po’ di musica fuori dalla porta, suonata da qualcuno che non conosco”.

 

Altri articoli sul Natale

  1. 10 fantastici regali di Star Wars per Natale? Eccoli!
  2. Libri da regalare a Natale
  3. Le tradizioni di Natale, il gusto di una volta
  4. 7 film da guardare a Natale
  5. Gli auguri di Natale social
  6. Vino per Natale e dintorni
  7. Buone Feste con un video di Natale per Whatsapp
  8. Cinque ebook per il tuo Natale
  9. I migliori dieci siti di e-commerce per i tuoi acquisti di Natale
  10. Natale su Whatsapp, le immagini da inviare per i tuoi auguri
  11. Si accendono e si spengono le luci di Natale, a ritmo di musica
  12. Vademecum per un Natale green ed ecologico
  13. Venti idee regalo diverse per il Natale 2014
  14. Quest’anno a Babbo Natale invio un Whatsapp
  15. Tra i mercatini di Natale in giro per l’Europa
  16. Natale 1996, ecco i dieci regali sotto l’albero
  17. Dal Black Friday a Santa Lucia, tutte le feste che annunciano il Natale
Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *