🏡 3 consigli per traslocare senza impazzire e cominciare la tua nuova vita

La famiglia che si ingrandisce, il nuovo lavoro, o semplicemente il desiderio di cercare nuove prospettive. I motivi per traslocare possono essere tanti, ma tutti portano con sé un risultato finale: un cambiamento sostanziale nella propria vita.

Settembre sembra essere uno dei periodi più gettonati dell’anno per traslocare: la scuola per i bambini deve ancora cominciare, durante le ferie estive si è avuto il tempo di organizzare lo spostamento e questo mese corrisponde sempre ad una sorta di capodanno anticipato, il momento in cui in genere si iniziano le diete, si fanno progetti per il futuro lavorativo, si butta fuori il vecchio per fare posto al nuovo, si ripensa tutto l’arredo della casa.

Ogni cambiamento, però, porta con sé anche ansia, tensione, stress. Per vivere al meglio anche il trasloco e non sentirsi impazzire, ma cominciare subito con il piede giusto la vita nella nuova casa, ecco tre utili consigli, organizzativi e creativi, che ti permetteranno di gestire le incombenze pratiche senza dimenticare che la parte più bella deve ancora arrivare.

1. Fuori il vecchio, dentro il nuovo

Prima di riempire gli scatoloni del trasloco, prenditi un paio di giorni per fare uno scarto accurato di oggetti, libri e vestiti. Butta via dagli armadi tutto ciò che è logoro o che proprio non sei mai riuscito ad usare. Inutile accumulare nel tuo futuro il peso di un passato di acquisti sbagliati. 

Fai lo stesso con gli oggetti: va bene conservare il lampadario in cristallo della nonna se hai deciso che sarà perfetto per il salone della nuova casa, ma puoi tranquillamente disfarti della macchina da caffè conservata da due anni nel ripostiglio in attesa di riparazione!

LEGGI ANCHE: Come arredare l’ufficio: una scelta per il benessere dei dipendenti

2. Compila le checklist

Per essere certo di non dimenticare di impacchettare nulla e sapere esattamente quale sia il contenuto di ogni scatolone, prima ancora di iniziare a imballare e riempire le scatole, compila delle liste di ciò che intendi portare nella nuova casa. Poi categorizza tutto in macro-gruppi, come bicchieri, pentole, libri, coperte, maglioni… Quindi, crea delle etichette adesive da incollare facilmente su ogni pacco.

Quando arriverà la ditta per il trasloco, potrai facilmente spuntare la tua checklist, mano a mano che tutto varca la soglia di casa.

LEGGI ANCHE: Proprietà dei colori in casa e in ufficio: quali scegliere?

3. Regalati qualcosa di nuovo

 traslocare

Il momento del trasloco è sempre molto delicato. Si lasciano indietro tanti ricordi (oltre che tanti oggetti) e dal punto di vista emotivo si rischia spesso di lasciarsi sopraffare, pensando che la nuova casa non potrà mai essere all’altezza di quella vecchia. Per vincere questo stato d’animo è bene cominciare subito a costruire nuovi ricordi, momenti gioiosi e significativi, in cui, ad esempio si sceglie con tutta la famiglia il primo oggetto nuovo che entrerà in casa.

Scegliere, ad esempio, questa panchina da giardino in legno, per inaugurare uno dei punti centrali della nuova abitazione, significherà creare subito un legame particolare con un punto specifico della casa.

Immaginati già, i bambini o gli amici seduti attorno a te sulla panchina a raccontarsi storie, mentre il barbecue è quasi pronto per il pranzo della domenica.

Articolo sponsorizzato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *