L’ESA crea un impianto per estrarre ossigeno dalla polvere lunare

Se gli umani proveranno a stabilirsi a lungo termine sulla Luna, avranno bisogno di due cose (principalmente): carburante per i viaggi e aria respirabile. L’ESA (Agenzia Spaziale Europea) potrebbe aver creato una potenziale soluzione utilizzando proprio i materiali già presenti sulla luna.

LEGGI ANCHE: Lexus ha provato a immaginare veicoli spaziali per gli umani sulla Luna

L’agenzia ha infatti creato il prototipo di un impianto in grado di convertire la polvere lunare (per il momento, si tratta di una simulazione) in ossigeno che potrebbe essere utilizzato per produrre aria e carburante.

ESA making oxigen

Come funziona il prototipo dell’ESA

La tecnica in fase di sperimentazione sblocca le elevate quantità di ossigeno presenti nella regolite utilizzando l’elettrolisi. Il processo di base è stato già utilizzato per produrre metalli e leghe, ma l’ESA lo ha modificato per la produzione dell’ossigeno.

LEGGI ANCHE: Elon Musk: 1 milione di persone su Marte entro il 2050

Le prospettive sono esaltanti: il processo potrebbe essere utilizzato per produrre metalli e leghe utili per costruire habitat sulla Luna o per la riparazione dei veicoli.

Luna

Entro la metà del 2020 dovrebbe essere pronto un primo impianto di prova, in grado di funzionare fuori dal laboratorio ed essere trasportato sul suolo lunare.

___

Puoi leggere l’articolo originale qui.

 

Fabio Casciabanca

About Fabio Casciabanca

Classe 1980, il che mi fa steampunk di nascita. Ho pubblicato la mia prima intervista nel 1992 sul Corriere del Giorno: avevo 12 anni e intervistare un venditore abusivo di sigarette è stata una vera impresa. Fino al 2018 ho fatto altre cose, ma cercatele voi: oggi sono Managing Editor di Ninja.it, la più importante rivista di settore in Italia sul marketing. La mia impronta verde: sono presidente dell'Associazione Missione Girasole.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *