Napoli Vuota: su Instagram LOW e ISAIA riportano i rumori della città

Il ronzio della vita urbana è musica per le orecchie di molti. 

Purtroppo, a causa del distanziamento sociale, il silenzio ha riempito le strade delle città amplificando il senso di solitudine già molto sentito durante la quarantena.
Anche a Napoli, la città di ISAIA, brand orgogliosamente napoletano conosciuto per l’elevata qualità sartoriale delle sue proposte menswear e la verace ironia partenopea.  

Napoli Vuota Low Isaia

Per spezzare questo silenzio LOW, divisione dell’agenzia creativa The Big Now/mcgarrybowen guidata da Massimiliano Chiesa, ha realizzato “Napoli Vuota”, un’idea semplice ma rassicurante per animare il profilo Instagram di ISAIAhttps://instagram.com/isaia/

In collaborazione con NapoliSoundscape, progetto avviato nel 2013 per collezionare i rumori a rischio estinzione tipici di Napoli, LOW ha trovato il modo di tener vivo il “sound” che da sempre contraddistingue il capoluogo campano anche durante l’isolamento. 

“Napoli Vuota” comprende tre immagini di una Napoli deserta scattate da Santangelo Studios, a cui vengono sovrapposte le tracce audio di una piazza traboccante di vita.

Ogni post è un invito a ricordare un passato felice e a immaginare un futuro radioso, pur prendendo coscienza della difficile situazione odierna.  

Per ISAIA questo significa condividere lo spirito vibrante della propria casa, Napoli. Con immagini e suoni che arrivano all’anima degli utenti, la “Napoli Vuota” di LOW per ISAIA li trasporta verso giorni migliori.

Napoli Vuota: un boost di ottimismo e speranza

Anche se per un breve momento su Instagram, si tratta di un boost di ottimismo e speranza necessari ad affrontare il complicato presente.  

“Davanti ai cambiamenti che il mondo sta attraversando, credo che solo adattandosi ai nuovi bisogni dei consumatori, i brand del lusso potranno essere percepiti come mondi in cui creare connessioni di valore” afferma Massimiliano Chiesa, Co-Founder di The Big Now/mcgarrybowen e Managing Director di LOW – “Grazie allo spirito imprenditoriale di Gianluca Isaia e alla visione creativa di Paola Manfrin Direttore Creativo del Brand, ritengo che ISAIA possa essere uno dei protagonisti assoluti in questo senso”.

Massimiliano Chiesa Napoli Vuota

“Questa quarantena ha ridisegnato la nostra vita – dice Gianluca Isaia, CEO e Presidente ISAIA – Spesso siamo talmente presi dal tran tran quotidiano che neanche ci rendiamo conto di ciò che ci circonda. Ora quei “rumori” che a volte ci infastidivano, ci mancano terribilmente.  Napoli è sempre stata il centro della nostra ispirazione, passione e successo. Anche in questo momento storico così difficile, non smettiamo di parlare di Napoli e delle sue radici e di farci portavoce della napoletanità nel mondo. Torneremo più forti di prima. Ma soprattutto capaci di fare ancora più “ammuina’’.

Napoli vuota

Post Instagram “Napoli Vuota”:

While the streets rest quiet, let’s bring the joyful noise of Napoli into our homes.

https://www.instagram.com/p/B-9r-pVjSl6/

There’s nothing like the clamorous streets of Napoli. The real music of the city, some might say.

https://www.instagram.com/p/B_AQ0OpIWMN/

One day we’ll be weaving down those bustling streets. But in the meantime, let’s close our eyes and take a “trip” to Napoli through the sounds of the city.

https://www.instagram.com/p/B_C1m4sogGD/

Credits:

Agency: LOW (a division of The Big Now/mcgarrybowen)

Creative Supervisor & Copywriter: Odeya D. Bendaud

Art Director: Martina Facco

Copywriter: Caroline De Santis

Account Director: Federica De Paoli

Fabio Casciabanca

Chi sono Fabio Casciabanca

Classe 1980, il che mi fa steampunk di nascita. Ho pubblicato la mia prima intervista nel 1992 sul Corriere del Giorno: avevo 12 anni e intervistare un venditore abusivo di sigarette è stata una vera impresa. Fino al 2018 ho fatto altre cose, ma cercatele voi: oggi sono Managing Editor di Ninja.it, la più importante rivista di settore in Italia sul marketing. La mia impronta verde: sono presidente dell'Associazione Missione Girasole.