Torna Sotterranei a Sherwood per la quarta edizione con Vanarin e Jessethefaccio

Nel 2014 la prima edizione con Heymoonshaker, Elephant e Blue Shoe Strings, nel 2015 la seconda con i live di Pietro Berselli e Ulisse Schiavo, nel 2016 Vertical e Sakee Sed, nel 2018 il ritorno sul Second Stage di Sherwood Festival con Vanarin e Jessethefaccio.

Ritornano nella foresta di Sherwood i Sotterranei

Ritornano nella foresta di Sherwood i Sotterranei, con un festival-nel-festival che vedrà in scena, mercoledì 13 giugno 2018, due progetti italiani, già legati per alcuni aspetti alla città di Padova.

sherwood vanarin

I Vanarin nascono a Bergamo nel 2016, dall’incontro fra il cantautore inglese David Paysden (voce, chitarra, tastiere), Marco Sciacqua (chitarra, basso, percussioni, seconde voci), Giuseppe Chiara (turnista dei Verdena, già in concerto a Sherwood, voce, chitarra, tastiere), Massimo Mantovani (voce, basso, chitarra) e Marco Brena (batteria, percussioni).

Il sound della band è caratterizzato dalla ricerca e la continua contaminazione per quanto riguarda gli arrangiamenti (si passa dal beat e la psichedelia fino all’elettronica, la trap e l’hip hop), ma il tutto confluisce in un prodotto finale di stampo pop, con particolare cura delle melodie.

LEGGI ANCHE: “Ora che Fischia il Vento” il singolo che lancia l’album TERRAMADRE

La band ha all’attivo un Ep omonimo autoprodotto di 5 brani, pubblicato il 6 Gennaio 2017, a cui è seguito un tour di circa 50 concerti (tra i più importanti si ricordano le aperture a Thurston Moore, Fast Animals and Slow Kids, Pan del Diavolo e C+C Maxigross). Mentre nella primavera 2018, grazie alla collaborazione con Roberta Sammarelli nel ruolo di manager, è uscito il secondo lavoro: “Overnight”, un album di 10 brani, per l’etichetta Woodworm. Già ospiti dei Sotterranei a Sub Cult Fest 2017, i Vanarin sono pronti per il Second Stage di Sherwood Festival. 

LEGGI ANCHE: Salento All Stars: Michele Riondino e Mama Marias con il singolo “Qui non passa”

Jessethefaccio è un progetto solista che mischia sonorità lo-fi di stampo nord-americano con il cantautorato italiano. Intimo e semplice, malinconico ma vivace. Il progetto, padovano e totalmente inedito, presenta a Sherwood Festival in anteprima (con full band) il suo lavoro di prossima uscita.

Fabio Casciabanca

Fabio Casciabanca

Classe 1980, il che mi fa steampunk di nascita. Ho pubblicato la mia prima intervista nel 1992 sul Corriere del Giorno: avevo 12 anni e intervistare un venditore abusivo di sigarette è stata una vera impresa. Fino al 2018 ho fatto altre cose, ma cercatele voi: oggi sono Managing Editor di Ninja.it, la più importante rivista di settore in Italia sul marketing. La mia impronta verde: sono presidente dell'Associazione Missione Girasole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *