L’attività di Uber Eats in India è stata acquisita dal rivale Zomato

Uber ha venduto Uber Eats, la divisione di consegna di cibo a domicilio della compagnia di trasporto passeggeri, a Zomato India.

LEGGI ANCHE: TikTok batte Facebook e gli altri: oltre 700 milioni di download nel 2019

In un affare valutato tra 300 e 500 milioni di dollari, Uber otterrà una quota del 9,99 per cento in Zomato.

Uber ha perso il confronto in India

Uber Eats è arrivato in India nel 2017. A causa della crescita bloccata e delle crescenti perdite, le voci che la società avrebbe venduto l’azienda ai rivali hanno preso piede all’inizio dell’anno scorso.

uber eats logo

Il co-fondatore e CEO di Zomato, Deepinder Goyal, ha dichiarato che la compagnia ingloberà tutti i clienti, i partner di ristorante e i partner di guida di Uber Eats sulla propria piattaforma: “Attraverso questo accordo, gli utenti di Uber Eats India ora diventano utenti di Zomato. Voglio assicurare agli utenti che i partner di consegna precedentemente associati saranno on-board sulla nostra  flotta non saranno compromessi in alcun modo, se non altro, avremo  maggiore densità per rendere più veloci le nostre consegne“.

LEGGI ANCHE: Huawei si accorda con TomTom per creare un’alternativa a Google Maps

Cosa dice Uber

Il CEO di Uber, Dara Khosrowshahi, ha dichiarato che la società è orgogliosa del successo del team Uber Eats in India, ma gli investimenti non hanno dato i risultati sperati e il bilancio è in rosso.

uber app

L’accordo si allinea anche al piano di Uber di ridurre le perdite e tornare in attivo entro il 2021.

___

Puoi leggere l’articolo completo qui.

Fabio Casciabanca

Chi sono Fabio Casciabanca

Classe 1980, il che mi fa steampunk di nascita. Ho pubblicato la mia prima intervista nel 1992 sul Corriere del Giorno: avevo 12 anni e intervistare un venditore abusivo di sigarette è stata una vera impresa. Fino al 2018 ho fatto altre cose, ma cercatele voi: oggi sono Managing Editor di Ninja.it, la più importante rivista di settore in Italia sul marketing. La mia impronta verde: sono presidente dell'Associazione Missione Girasole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *