🚗 Vacanze in auto? Sì, ma con tutto sotto controllo

Stanno avvicinandosi le tanto sospirate vacanze estive. Finalmente possiamo staccare da una quotidianità fatta di lavoro in ufficio o in fabbrica, stanchezza e, per molti, code in autostrada, per 15-20 giorni (per i più fortunati) in cui pensare soltanto al relax e al divertimento con gli amici o la famiglia.

Un momento importantissimo, insomma, e che magari ci vedrà imboccare l’autostrada per recarci nella località dove passeremo il periodo di ferie.

Niente di più fondamentale, allora, che assicurarci che il viaggio in automobile sia sicuro e che la nostra autovettura abbia tutte le carte in regola per affrontare il viaggio, più o meno lungo che esso sia.

Che ne dite di leggere le prossime righe anche solo per fare un piccolo check-up e verificare se i nostri consigli per una vacanza in auto sicura li seguite già abitualmente (ci auguriamo di sì, naturalmente!)?

Partiamo dall’inizio: magari durante l’anno, tra lavoro e impegni vari, abbiamo trascurato di fare un tagliando, o di sistemare quella piccola ammaccatura al paraurti. È sempre buona cosa fare un controllo ed eventualmente procedere alla sostituzione di alcune parti del motore o della carrozzeria che durante l’anno possono essersi usurate: un consiglio, scegliete sempre, anche se si tratta di dettagli non così fondamentali come le spazzole dei tergicristalli, gli articoli di produttori premium certificati dalle case automobilistiche. Non vale la pena scegliere prodotti scadenti solo per risparmiare qualche euro.


Un buon controllo preventivo prima di partire è importante: viste le alte temperature estive è bene tenere d’occhio il livello del liquido refrigerante per evitare che il motore si surriscaldi e si danneggi. Sempre parlando di liquidi, è sempre necessario controllare il livello dell’olio motore e, specie se vi recate al mare, quello del liquido dei tergicristalli. Già che ci siete, date anche una controllata allo stato della batteria.

Passiamo poi agli pneumatici, tema davvero fondamentale per la sicurezza del nostro viaggio: stato di usura del battistrada e livello della pressione, soprattutto tenendo conto del carico di bagagli che inevitabilmente appesantirà il mezzo, devono essere scrupolosamente analizzati. Un altro aspetto “invisibile” della manutenzione ma, ovviamente, di enorme rilevanza è quello dell’impianto frenante: dischi, ferodi, pastiglie ed ammortizzatori devono essere in condizioni perfette, per non farci correre pericoli durante i nostri tragitti verso i luoghi delle vacanze.

Uno dei grandi classici dei lunghi viaggi, soprattutto quelli estivi, è che facilmente si sceglie di viaggiare durante le ore notturne, un po’ per evitare il traffico diurno, un po’ per vincere le alte temperature. Scelta saggia, indiscutibilmente, ma che richiede un surplus di attenzione: dal punto di vista meccanico, sinceratevi di avere i fari anteriori e posteriori perfettamente funzionanti (e magari tenete qualche lampadina di riserva nel bagagliaio), dal punto di vista “umano”, ancora di più. 

LEGGI ANCHE: 10 canzoni da ascoltare in viaggio, la playlist musicale on the road

Guidate solo se siete riposati fisicamente, prendetevi il tempo per tutte le soste necessarie e non affaticate inutilmente la vista per arrivare il prima possibile. Ovviamente, non guidate con alcool in corpo e se avete fatto una cena molto pesante, che tenderà a farvi avere una digestione lenta e con rischio assopimento alla guida in agguato. Ancora, controllate la presenza del triangolo d’emergenza e del giubbino catarifrangente in caso di soste lungo la strada. Se volete fare uno step in più, tenete a bordo anche una piccola torcia e un miniset per la riparazione e il gonfiaggio delle gomme.

Un aspetto che può sembrare solo un dettaglio anche un po’ da persone ricercate, ma che invece si traduce in maggiore comfort (che non guasta mai) e di conseguenza maggiore sicurezza è poi quello dello stato del climatizzatore: il caldo estivo non è soltanto fastidioso, ma incide anche sulla concentrazione del guidatore, e quindi è importante che il gas dell’aria condizionata sia al giusto livello, e nel caso sia ricaricato. Poter tenere una temperatura fresca nell’abitacolo garantisce il mantenimento di un maggiore benessere, e quindi di una maggiore attenzione, per chi è al volante.

E poi ci sono una serie di accorgimenti che non riguardano specificamente la vostra auto, ma l’organizzazione della vacanza in sé. Senza arrivare ai livelli maniacali che Carlo Verdone prendeva in giro in uno dei suoi personaggi più celebri, il pedante Furio Zoccano di “Bianco, Rosso e Verdone”, un po’ di programmazione può aiutare a farvi compiere scelte giuste durante il tragitto: avere un’idea delle lunghezze da percorrere ogni giorno, ad esempio, soprattutto se viaggiate con bimbi piccoli, e controllare sul sito della rete autostradale se nei tratti in cui passerete sono previsti dei lavori può farvi programmare itinerari alternativi e quindi farvi risparmiare tempo, nonché stress dovuto a rallentamenti e code e magari, perché no?, far scoprire luoghi piacevoli e non conosciuti. Lo stesso dicasi durante il viaggio, per sapere se lungo la strada si sono verificati incidenti: tutte informazioni che si possono avere non soltanto ascoltando la radio, ma anche grazie a numerose applicazioni per smartphone.

Uno stato d’animo tranquillo e non affaticato è fondamentale, per sapere come evitare i rischi indesiderati che possono rovinare una vacanza così tanto desiderata. Seguite i nostri consigli e avrete fatto tutto il possibile per partire tranquilli e sicuri!

Articolo sponsorizzato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *