Viaggiare per l’Italia è anche una questione di lingua (e di dialetti)

Forse la prima cosa che vi verrà in mente pensando all’ultima volta che, in viaggio, siete entrati in un bar, è la difficoltà nel comunicare la vostra ordinazione al barista. “Un cappuccio”, “Un cappuccino?”, o forse “Un marocchino”, “Cioè? Un espressino?”. Senza arrivare ancora a parlare delle espressioni dialettali in senso stretto, la bellezza della … Leggi tuttoViaggiare per l’Italia è anche una questione di lingua (e di dialetti)

Nato con la camicia e modi di dire: perché diciamo nato con la camicia?

Camicia e modi di dire cosa significa nato con la camicia

Camicie e modi di dire in italiano sembrano andare davvero d’accordo. Sono certa che ti saranno subito venuti in mente i più comuni, ma ti sei mai chiesto cosa significhi davvero essere nato con la camicia? E perché sono proprio sette le camicie che dobbiamo sudare? Ma soprattutto, il plurale di camicia è camicie o camice?

La Scuola di ieri, la Scuola di oggi e la Buona Scuola [INTERVISTA]

La Scuola di ieri, la Scuola di oggi e la Buona Scuola [INTERVISTA]

“Io spero però che il mio nipotino possa avere la stessa fortuna di chi ha incontrato maestri bravi, competenti e aggiornati, che gli facciano amare la scuola da subito e gli trasmettano il piacere della conoscenza”. Perché la Buona Scuola in realtà la fanno proprio i docenti e non le riforme