Elon Musk: 1 milione di persone su Marte entro il 2050

In una serie di tweet, Elon Musk ha rivelato nuovi dettagli sul suo piano per costruire una città con 1 milione di persone su Marte entro il 2050.

1000 astronavi in 10 anni

Musk ha detto che conta di costruire 1.000 astronavi completamente riutilizzabili in 10 anni. Sono 100 astronavi all’anno.

SpaceX

Alla fine, ha aggiunto Musk, l’obiettivo è di lanciare una media di tre astronavi al giorno e rendere il viaggio su Marte disponibile a chiunque.

LEGGI ANCHE: Elon Musk: “A breve le Tesla parleranno con i pedoni”

Dobbiamo fare in modo che chiunque possa andare se lo desidera, con prestiti disponibili per coloro che non hanno soldi“, ha aggiunto Musk.

Come saranno le nuove navicelle spaziali di Musk

L’astronave, se realizzata come progettato, sarebbe il sistema di lancio più potente mai creato; ogni lancio comporterebbe una spinta sufficiente per inviare oltre 100 tonnellate (circa sette scuolabus a pieno carico) e 100 persone in orbita alla volta.

Musk non ha specificato che cosa esattamente i razzi avrebbero bisogno di trasportare su Marte, ma probabilmente si tratta di molto cibo, acqua, materiali da costruzione, strumenti e sistemi avanzati di supporto vitale. Quindi, ha stimato che avrebbe bisogno di un’intera flotta di astronavi per costruire un insediamento permanente.

SpaceX starship

In totale, 1.000 navi stellari potrebbero ipoteticamente trasportare su Marte circa 100 megatoni di materiale; questo è il volume che Musk ha detto che spera di inviare sul pianeta rosso ogni anno.

Con ogni nave che trasportava circa 100 passeggeri, ciò comporterebbe una migrazione totale di circa 100.000 persone.

Musk ha anche suggerito di progettare di sfruttare le brevi finestre temporali allineate tra le orbite di Terra e Marte – che si verificano ogni 25 mesi. Ciò consentirebbe ai veicoli spaziali un viaggio con minor consumo di risorse. SI tratta di una finestra temporale di 30 giorni ogni 26 mesi.

Un prototipo di astronave potrebbe essere lanciato in pochi mesi

Musk ha detto che un nuovo prototipo di astronave potrebbe essere lanciato prima della fine di marzo.

Contiamo che il primo volo sia tra 2 e 3 mesi di distanza“, ha twittato Musk il 27 dicembre.

Lo sviluppo del prototipo subì un ritardo dopo un’esplosione accidentale durante un test di pressurizzazione del serbatoio del carburante il 20 novembre, che fece saltare in aria il primo prototipo della nave spaziale a 16 piani di SpaceX.

L’intero sistema di lancio di Starship includerebbe anche un razzo a 22 piani chiamato Super Heavy. 

Elon Musk SpaceX

Musk ha detto a settembre che sperava di lanciare un’astronave in orbita entro la metà del 2020 e forse di far volare anche una persona prima della fine dell’anno.

Gwynne Shotwell, presidente e direttore operativo di SpaceX, ha dichiarato durante una teleconferenza della NASA che la compagnia “mirava a far atterrare la nave stellare sulla superficie lunare nel 2022 e a far volare l’imprenditore tecnologico giapponese, il miliardario Yusaku Maezawa, intorno alla luna in 2023.

Tuttavia, tutte queste affermazioni sono arrivate prima dell’esplosione del prototipo. SpaceX dovrà inoltre eliminare diversi ostacoli normativi e pratici, inclusa la sicurezza dei residenti del villaggio di Boca Chica, che si trova entro 2 miglia dalla piattaforma di lancio di SpaceX in Texas, prima di poter lanciare qualsiasi prototipo in orbita.

___
Puoi leggere l’articolo completo qui.

Fabio Casciabanca

Chi siamo Fabio Casciabanca

Classe 1980, il che mi fa steampunk di nascita. Ho pubblicato la mia prima intervista nel 1992 sul Corriere del Giorno: avevo 12 anni e intervistare un venditore abusivo di sigarette è stata una vera impresa. Fino al 2018 ho fatto altre cose, ma cercatele voi: oggi sono Managing Editor di Ninja.it, la più importante rivista di settore in Italia sul marketing. La mia impronta verde: sono presidente dell'Associazione Missione Girasole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *