Ora puoi invitare un lama (o una capra) nella tua call aziendale su Zoom

Una fattoria nella Silicon Valley offre ai lavoratori in remoto di tutto il mondo un modo per rompere la monotonia delle infinite call su Zoom.

Per meno di 100 dollari, puoi richiedere la presenza nella tua video chat di lama, capre e altri animali da fattoria di Sweet Farm.

zoom capra o lama
Source: Sweet Farm

LEGGI ANCHE: Il successo di Disney Plus: 50 milioni di abbonati in 5 mesi

Il progetto, chiamato Goat 2 Meeting, permette alle persone di portare gli animali da fattoria nelle conference call aziendali, come ha raccontato il co-fondatore di Sweet Farm, Anna Sweet a Business Insider.

La fattoria degli animali dentro Zoom

Mentre la pandemia di coronavirus porta milioni di persone a rispettare il blocco delle attività e a rendere il lavoro a distanza un evento quotidiano, i datori di lavoro si stanno rivolgendo alle videochiamate su Zoom, Google Hangouts, e altri software per limitare incontri e conversazioni faccia a faccia.

LEGGI ANCHE: AIR Action Vigorsol lancia le nuove Limited Edition

Goat 2 Meeting è solo un esempio dei progetti e delle offerte innovative che sono spuntati nelle ultime settimane per riunire le persone, anche se virtualmente.

Dall’apertura del Goat 2 Meeting a metà marzo, sono già state fatte più di 300 richieste, ha riferito Sweet a Business Insider.

lama call zoom

In un happy hour virtuale per uno studio legale, gli avvocati hanno fatto partecipare i loro figli alla videochiamata per incontrare gli animali e fare un tour virtuale della fattoria.

I prezzi sono compresi tra 65 a 250 dollari per le varie interazioni con gli animali, che includono capre, pecore, maiali, mucche, tacchini, mucche, tacchini e lama – di gran lunga la scelta più popolare.

Per 65 dollari, si ottiene un tour virtuale della fattoria della durata di 20 minuti per un massimo di 6 partecipanti alla chiamata, ma si possono prenotare interazioni più lunghe e con diversi animali per chiamata.

___

Leggi qui l’articolo originale

Fabio Casciabanca

About Fabio Casciabanca

Classe 1980, il che mi fa steampunk di nascita. Ho pubblicato la mia prima intervista nel 1992 sul Corriere del Giorno: avevo 12 anni e intervistare un venditore abusivo di sigarette è stata una vera impresa. Fino al 2018 ho fatto altre cose, ma cercatele voi: oggi sono Managing Editor di Ninja.it, la più importante rivista di settore in Italia sul marketing. La mia impronta verde: sono presidente dell'Associazione Missione Girasole.