Grazie a questa AI non sbaglierai mai più cestino per i rifiuti

Capita spesso di avvicinarsi al cestino per gettare una cartaccia o una bottiglietta di plastica e non riuscire a intuire subito quale sia il contenitore giusto.

LEGGI ANCHE: La Cina vuole eliminare la plastica usa e getta entro il 2025

La soluzione arriva direttamente dalla tecnologia: una startup canadese, Initutaive AI ha sviluppato Oscar, un’intelligenza artificiale basata sul rilevamento di immagini, che riconosce gli oggetti dalla tua mano e ti guida a riporre i rifiuti nei bidoni corretti.

AI spazzatura riciclo

E non è tutto: se nonostante questo, sbagli, Oscar ti sgriderà pubblicamente.

Il giusto rifiuto nel giusto cestino

I fondatori dell’azienda, Hassan Murad e Vivek Vyas, mirano a costruire il set di dati più grande del mondo per i rifiuti chiamato WasteNet. Secondo Nvidia, ha già più di 1 milione di immagini.

La società ha installato Oscar in diversi luoghi, come centri commerciali e aeroporti in Canada e negli Stati Uniti dallo scorso anno e sostiene che il sistema ha aumentato il riciclo del 300 percento attraverso una corretta selezione dei materiali.

trash can AI

Nel 2018, la Cina ha vietato tutte le importazioni di plastica per migliorare la produzione e ridurre il trattamento dei rifiuti. Per questo motivo, negli Stati Uniti e in altri Paesi vi è una crescente quantità di rifiuti e vi è una crescente necessità di metodi di riciclo più efficienti.

La tecnologia per ridurre l’inquinamento

Le proposte per i modelli AI di smistamento dei rifiuti non sono una novità assoluta. Diversi ricercatori hanno sviluppato e distribuito soluzioni per aumentare il riciclo in modo efficace.

bidoni differenziata AI cestino

Tuttavia, questo nuovo sistema ha il vantaggio di non richiedere ai centri commerciali o agli aeroporti di installare nuovi sistemi ed è compatibile con l’attuale set di pattumiere standard.

___

Puoi leggere l’articolo originale qui.

Chi siamo Fabio Casciabanca

Senior Digital Consultant - Managing Editor Ninja Marketing. Nomade digitale e smart-worker molto prima che diventasse mainstream, ho iniziato costruendo mondi virtuali su Second Life. Oggi mi occupo di strategia, organizzazione e coordinamento di team per la produzione di contenuti testuali e multimediali. La mia impronta verde: sono presidente dell'Associazione "Missione Girasole".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *