Chime for Change by Gucci dà voce ai sogni con LOW

Un sito per supportare il futuro gender-equal, immaginato dalla campagna #LetGirlsDream per Chime for Change by Gucci.

Fondata nel 2013 in casa Gucci, Chime for Change è la campagna global nata per convogliare, unire e fortificare la voce di tutte le persone che si
battono per la parità di genere, che ha raccolto più di 15 milioni di dollari per sostenere i 430 progetti di 89 diversi Paesi, supportando più di 570,000 donne e ragazze a livello globale.

Quest’anno l’ambizione è quella di incoraggiare le donne, le ragazze e i giovani di tutto il mondo a condividere i propri sogni e la loro interpretazione sul futuro: #LetGirlsDream guarda in quella direzione, insieme al corto animato SITARA (“stella”) realizzato dalla regista premio Oscar Sharmeen Obaid-Chinoy.

Let Girls Dream Gucci

LEGGI ANCHE: East Market: domenica 19 gennaio la prossima edizione del mercatino

Chime for Change by Gucci dà voce ai sogni

LOW, divisione dell’agenzia creativa The Big Now (Dentsu Aegis Network), ha realizzato per Chime for Change un’esperienza digitale immersiva ispirata ai contenuti dello short film.

Sul sito letgirlsdream.org ogni desiderio per il proprio futuro è raccontato su un aeroplanino di carta che completa il suo volo trasformandosi in una stella e diventando parte di una volta celeste esplorabile in continua evoluzione.

Let Girls Dream Gucci

Per ogni donna o giovane donna una stella e un sogno che non ha paura di essere espresso.

Credits:
Creative supervisor: Elisabetta Balconi
Chief Digital Officer: Diego Vurro
UX Lead: Alessandro Vignocchi
Digital Art Director: Margherita Fortuna
Digital Art Director: Jacopo Labuz
Creative Technologist: Lorenzo Cadamuro
Creative Coder: Roberto Borghesi
Project Manager: Rocco Benevento
Project Manager: Francesco Sportelli

Fabio Casciabanca

Chi siamo Fabio Casciabanca

Classe 1980, il che mi fa steampunk di nascita. Ho pubblicato la mia prima intervista nel 1992 sul Corriere del Giorno: avevo 12 anni e intervistare un venditore abusivo di sigarette è stata una vera impresa. Fino al 2018 ho fatto altre cose, ma cercatele voi: oggi sono Managing Editor di Ninja.it, la più importante rivista di settore in Italia sul marketing. La mia impronta verde: sono presidente dell'Associazione Missione Girasole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *