Una vacanza a Fuerteventura, dove l’estate regna tutto l’anno

Dite la verità: soprattutto in questi mesi invernali, non vi attirerebbe la possibilità di visitare un luogo meraviglioso in mezzo all’Oceano Atlantico, in cui il sole splende costantemente e in cui godersi una temperatura che non scende mai sotto i 18° (e non sale mai sopra i 24°)? Un luogo in cui passare le giornate nuotando in acque cristalline e rilassandosi su spiagge bianchissime cullate dai venti Alisei? Un luogo così esiste veramente, ed è molto più alla portata di quanto potreste pensare: se state pianificando un viaggio potreste quindi prendere in considerazione l’idea di visitare le Canarie, un paradiso terrestre fatto di natura, mare, relax e pittoresche cittadine. Muovetevi in anticipo, così riuscirete sicuramente, ad esempio, a prenotare un hotel a Fuerteventura, una delle località più belle e famose dell’arcipelago.

Seconda delle isole delle Canarie per grandezza dopo Tenerife, Fuerteventura è un Eden incontaminato e poco popolato, in cui trovare relax scegliendo tra 150 chilometri di spiagge e mare: se amate lo sport, l’isola è una capitale del windsurf e del kitesurf, mentre se vi piace perdervi nella natura, l’aspro paesaggio vulcanico del territorio ha fatto sì che, dal 2009, Fuerteventura venisse nominata dall’Unesco Riserva della Biosfera.

Andiamo alla scoperta delle più rinomate attrazioni dell’isola, partendo proprio dalle sue celebri spiagge: se amate l’isolamento e la natura più selvaggia, i dodici chilometri di rena bianchissima di Cofete sono decisamente il posto che fa per voi. Vi si arriva dopo otto chilometri di strada sterrata, che vi faranno passare di fianco alle montagne di Jandìa e ammirare l’oceano da uno spettacolare belvedere. A nord-est, invece, si trova La Concha, una delle spiagge più famose di Fuerteventura, meno impervia da raggiungere perché all’interno del villaggio di El Cotillo e attrezzata con tutti i comfort necessari per un soggiorno in famiglia (ampio parcheggio incluso). Natura al top, tra dune e atmosfere desertiche, nel parco naturale di Corralejo, a ridosso del vulcano Montaña Roja: anche qui, ampie spiagge si alternano a cale più riservate, dove si pratica anche il naturismo. Sempre bellissima con le sue sabbie splendenti, ma decisamente di carattere più turistico, è la spiaggia di Costa Calma, circondata da hotel e resort e paradiso dei surfisti.

LEGGI ANCHE: Web Marketing turistico: cosa è davvero e chi lo fa

Ma a Fuerteventura non ci sono soltanto il mare e le spiagge: l’antico centro di Betancuria, la capitale storica delle Canarie, merita una visita. Fondata nel 1404 nell’entroterra, per garantirle protezione dai pirati, è uno storico borgo dalla tipica architettura coloniale, tutto da esplorare nelle sue viuzze ciottolate, che si aprono su piccole piazze in cui sorgono le chiese di Santa Maria e della Concepción. Molto interessanti anche le piccole cappelle di Santa Inés e di Nostra Signora de La Peña, oltre al convento francescano e ai due piccoli ma imperdibili musei, quello di Arte Sacra, e quello Archeologico ed Etnografico. In tutto questo, non dimenticate i piaceri della tavola: Fuerteventura è famosissima, oltre che per la frutta esotica (papaya, avocado, mango, banane), per il suo miele di palma e la marmellata di cactus, ma soprattutto per i suoi formaggi: i caseifici dell’isola offrono visite con degustazioni dei prodotti locali, come il formaggio Majorero alla paprika.

Insomma, vi abbiamo convinti? L’estate perenne di Fuerteventura vi aspetta, cosa aspettate ad andare su Iberostar e prenotare il vostro soggiorno in questa perla delle Canarie?

Post sponsorizzato

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *