Paco Rabanne

Invictus di Paco Rabanne: il profumo dei vincenti

Invictus di Paco Rabanne. Per l’uomo che lo indossa, un profumo deve veicolare sentimenti forti: decisione, sicurezza, carisma, fascino, senza perdere quel non so che di tenerezza, capace di renderlo contemporaneamente magnetico e irraggiungibile, affascinante ma protettivo. 

Difficile, vero, trovare tutte queste qualità in un solo aroma?

Profumo Invictus di Paco Rabanne

Ebbene sì, ma per fortuna di tutti i maschietti del pianeta, oggi esiste la fragranza giusta capace di rappresentare con le proprie qualità tutte queste caratteristiche, insieme a molti altri pregi, che rendono il contenuto di questa preziosa boccetta perfetto per l’uomo attivo, che ama impreziosire la sua figura con una goccia di essenza ricca di un aroma distinguibile in mezzo a mille altri.

LEGGI ANCHE: Candele profumate: un accessorio utilissimo per rendere la tua casa più accogliente

Stiamo parlando di Invictus profumo, la nuova creazione della maison di Paco Rabanne.

La storia di Paco Rabanne

Ma chi è Paco Rabanne? Parliamo di un vero e proprio genio della haute-couture, un vero maestro, innovativo e capace di grandissime intuizioni, della moda francese.

Nato nei Paesi Baschi nel 1934, il piccolo Paco scappò in Francia con la madre allo scoppiare della guerra civile spagnola.

Avviato a promettenti studi di architetto, scoprì però ben presto che la sua mano e le sue inclinazioni artistiche lo spingevano invece verso la creazione e il disegno di manufatti.

Per questo cominciò a crearsi un nome come disegnatore di gioielli per importantissimi marchi come Givenchy, Dior e Balenciaga, prima di scoprire l’irresistibile chiamata della moda e fondare la sua casa di produzione nel 1966.

Invictus di Paco Rabanne

Le innovazioni portate da Paco Rabanne nel mondo della moda furono molteplici e legate a vari aspetti del rutilante mondo fashion.

Pochi sanno infatti che fu proprio lo stilista di origine basca, il primo a utilizzare un accompagnamento musicale per le sfilate dei suoi capi.

Non solo, fu il primo ad avere l’intuizione di usare, per le sue creazioni, materiali decisamente inusuali quali il metallo, la carta e la plastica. Una che di moda se ne intendeva, Coco Chanel, lo definiva “il metallurgico della moda”, proprio per il suo spregiudicato uso del metallo come dettaglio per gli abiti. I suoi costumi vennero utilizzati per un celebre film degli anni ’60 entrato nell’immaginario collettivo non solo degli amanti della fantascienza: stiamo parlando della sensuale Barbarella interpretata da Jane Fonda.

Tra i volti celebri che hanno amato i vestiti dello stilista Paco Rabanne, vanno menzionate la diva della musica francese, Françoise Hardy, e la nostra Romina Power.

E i profumi? Quando compaiono nella storia di Paco Rabanne? A partire dal 1973, quando lo stilista promuove la sua prima essenza, rigorosamente riservata al pubblico maschile.

Invictus

Invictus di Paco Rabanne: il profumo dei vincenti

È una storia che interseca moda, costume e cultura, quella di Paco Rabanne. E Invictus, l’ultima delle sue creazioni nel mondo della profumeria, porta con sé tutto il carattere anticonformista di questo genio della moda. Indossarlo farà di voi dei veri protagonisti, estrosi ed eccentrici tanto quanto sicuri di voi stessi.

Perché per indossare il profumo dei vincenti non occorre soltanto sentirsi tali, ma avere la consapevolezza che ogni giorno si lotterà per vincere qualcosa, a prescindere dal traguardo che vogliamo conseguire. E Invictus sarà lì con noi ad accompagnarci nell’impresa!

Lascia un commento