Gli astronauti di SpaceX hanno portato in orbita un Baby Yoda

SpaceX ha portato in orbita quattro astronauti domenica notte, insieme a un clandestino: un piccolo Baby Yoda che galleggia nello spazio.

Per dare il via alla missione Crew-1, il primo volo di SpaceX per la NASA, un razzo Falcon 9 ha acceso i motori nella notte alle 19:37 ed è stato lanciato dalla rampa del Kennedy Space Center della NASA, in Florida.

baby yoda

Il razzo ha spinto in orbita un’astronave Dragon che trasportava gli astronauti della NASA Mike Hopkins, Victor Glover e Shannon Walker, nonché Soichi Noguchi dell’Agenzia giapponese per l’esplorazione aerospaziale. Ma l’equipaggio ha portato con sé un amico.

LEGGI ANCHE: Lo staff di Viking ha creato un Baby Yoda gigante fatto di Post-it

Baby Yoda nello spazio

Abbiamo a bordo Baby Yoda, che ora sta cercando di prendere posto“, ha detto Leah Cheshier, specialista di comunicazioni della NASA, nel livestream della missione.

Il peluche dell’amato personaggio Disney, era ben visibile in galleggiamento all’interno della cabina dell’astronave Crew Dragon, mentre orbitava intorno alla Terra.

Credo che quello sia il posto di Victor Glover, quindi spero che non gli dispiaccia“, ha commentato l’ingegnere di SpaceX, Jessica Anderson.

Forse Baby Yoda sta cercando di pilotare il veicolo“, ha scherzosamente aggiunto Cheshier.

LEGGI ANCHE: Baby Yoda: 5 modelli gratis per stampare in 3D il personaggio di Star Wars

Il giocattolo di Baby Yoda, personaggio della serie Disney “The Mandalorian“, porta avanti una tradizione in cui le navicelle spaziali portano con sé dei peluches come “indicatori di gravità zero”.

baby yoda nello spazio
Credits:NASA TV

Infatti, la loro funzione non è quella di essere dei semplici “portafortuna”: appena i giocattoli cominciano a galleggiare, gli osservatori sanno che l’astronave ha lasciato l’attrazione della gravità terrestre.

Il soggiorno del piccolo Yoda nell’orbita terrestre fa parte di una missione chiamata Crew-1. La capsula Crew Dragon è programmata per attraccare alla Stazione Spaziale Internazionale lunedì sera, dove gli astronauti vivranno e lavoreranno per circa sei mesi.

___

Leggi qui l’articolo originale.

Fabio Casciabanca

Chi siamo Fabio Casciabanca

Classe 1980, il che mi fa steampunk di nascita. Ho pubblicato la mia prima intervista nel 1992 sul Corriere del Giorno: avevo 12 anni e intervistare un venditore abusivo di sigarette è stata una vera impresa. Fino al 2018 ho fatto altre cose, ma cercatele voi: oggi sono Managing Editor di Ninja.it, la più importante rivista di settore in Italia sul marketing. La mia impronta verde: sono presidente dell'Associazione Missione Girasole.