Wilson Logistics ha ordinato 1.120 camion a guida autonoma

Locomation è un fornitore di tecnologia per camion a guida autonoma e Wilson Logistics è una grande azienda di logistica dei trasporti con sede a Springfield, Missouri, USA.

Locomation camion a guida autonoma

Secondo i termini dell’accordo, un minimo di 1.120 camion di Wilson Logistics saranno equipaggiati con la tecnologia Relay Convoy Autonomous Relay Convoy (ARCTM) di Locomation, con le prime unità consegnate all’inizio del 2022. 

Darrel Wilson, fondatore e CEO di Wilson Logistics, ha detto: “Comprendiamo l’importanza della tecnologia dei veicoli autonomi per il futuro di Wilson Logistics e la scelta del nostro partner AV è stata un processo studiato con attenzione“.

LEGGI ANCHE: Camion a guida autonoma: Einride recluta i primi camionisti da remoto

In Locomation vediamo la strada più percorribile per una commercializzazione sicura, rapida e ampia e siamo orgogliosi di assumerci questo impegno di acquisto“.

Wilson ha anche aggiunto: “La localizzazione fornisce sia la tecnologia che i metodi di implementazione necessari per consentire a Wilson Logistics di realizzare i nostri piani strategici per una crescita redditizia attraverso la tecnologia”.

camion a guida autonoma

Çetin Meriçli, CEO e co-fondatore di Locomation, ha dichiarato: “Wilson Logistics è un leader del settore con una significativa attenzione alla qualità della vita dei conducenti, alla sicurezza complessiva della flotta e all’eccellenza operativa. Questo ordine di acquisto è solo l’inizio di un significativo salto verso una tecnologia autonoma per l’intero settore dei trasporti“.

Wilson Logistics è stato un partner eccellente e il loro impegno pluriennale nella Locomation dimostra la forte convalida industriale della nostra tecnologia autonoma nel trasporto merci“.

LEGGI ANCHE: I veicoli senza conducente di Nuro iniziano i test in California

Completato con successo il programma pilota per i camion a guida autonoma

L’accordo segue un programma pilota di successo con Wilson Logistics, che quest’estate ha incluso due camion Locomation con rimorchi Wilson Logistics su un percorso lungo 420 miglia da Portland, OR a Nampa, Idaho.

L’ARCTM consente a un autista di pilotare un camion di testa dotato di tecnologia di potenziamento, mentre un camion che lo segue opera in tandem attraverso il sistema completamente autonomo di Locomation.

Ogni segmento dell’ARCTM è progettato per ottenere il massimo rendimento e il massimo utilizzo dal team operativo di Locomation.

LEGGI ANCHE: Waymo raccoglie 2,25 miliardi e porta la guida autonoma in 25 città

Tom Kroswek, responsabile dello sviluppo del business di Locomation, ha detto: “Lavorando con il team di Wilson Logistics, abbiamo definito dei segmenti stradali per massimizzare l’utilizzo delle risorse sfruttando la densità di trasporto in ogni corsia che consente a spedizionieri e trasportatori di aumentare sostanzialmente l’utilizzo della capacità disponibile.

Abbiamo poi utilizzato i nostri metodi di analisi proprietari per identificare le opportunità di ottimizzazione dei prezzi al fine di massimizzare il rendimento per miglio“.

La capacità unica di Locomation di aiutare i nostri clienti a migliorare sia il rendimento che l’utilizzo è davvero il Santo Graal nel settore degli autotrasporti“. 

Locomation

A piena commercializzazione, si prevede che la tecnologia ARCTM di Locomation produrrà una riduzione stimata del 30% dei costi operativi per miglio, inclusa una riduzione dell’8% del consumo di carburante, e abbasserà di oltre 40 tonnellate metriche di anidride carbonica dall’aria per convoglio, all’anno.

___

Leggi qui l’articolo originale.

Fabio Casciabanca

Chi siamo Fabio Casciabanca

Classe 1980, il che mi fa steampunk di nascita. Ho pubblicato la mia prima intervista nel 1992 sul Corriere del Giorno: avevo 12 anni e intervistare un venditore abusivo di sigarette è stata una vera impresa. Fino al 2018 ho fatto altre cose, ma cercatele voi: oggi sono Managing Editor di Ninja.it, la più importante rivista di settore in Italia sul marketing. La mia impronta verde: sono presidente dell'Associazione Missione Girasole.