Il robot per il prelievo del sangue può essere più bravo degli esseri umani

La parte peggiore di un prelievo del sangue è ancora quella di farsi bucare con l’ago. Peggio ancora, se il primo tentativo va a vuoto e bisogna ritentare.

LEGGI ANCHE: Arrivano i preti robot: benedicono, fanno sermoni e danno consigli

I ricercatori di Rutgers e del Mount Sinai Hospital hanno sviluppato un robot che può vedere sotto la pelle e potrebbe quindi portare a termine l’operazione meglio degli esseri umani.

Questa innovazione, potrebbe un giorno aiutare a ridurre problemi come infezioni e trombosi.

Il robot per il prelievo del sangue vede le vene con gli ultrasuoni

È relativamente facile prelevare sangue da un paziente con vene di facile accesso, ma molto più difficile per i pazienti senza vene visibili o palpabili, in particolare con pazienti emaciati. In questi casi, il personale potrebbe dover ricorrere all’uso di un apparecchio ad ultrasuoni per vedere le vene più chiaramente.

robot prelievo del sangue
Photo: Unnati Chauhan

Il robot per il prelievo del sangue salta direttamente a quel punto, utilizzando la tecnologia ad ultrasuoni integrata per guidare il posizionamento dell’ago. Il sistema completo comprende anche un modulo per la gestione dei campioni e un analizzatore di sangue basato su centrifuga.

Successo di prelievo ematico nel 97% dei casi

Con le vene di facile accesso, la macchina è in grado di prelevare sangue con successo il 97% delle volte e ha avuto un tasso di successo complessivo dell’87% su 31 partecipanti, hanno detto i ricercatori.

LEGGI ANCHE: Walmart sfida Amazon e usa i robot per gestire gli ordini della spesa

Secondo il rapporto, i medici falliscono tra il 27 e il 60 percento delle volte sui pazienti con vene di difficile accesso, a seconda della natura del problema.

Come ha sottolineato un utente di Reddit, tuttavia, la macchina sembra avere un tasso di successo inferiore rispetto al personale medico con le vene di difficile accesso, tranne che per le persone emaciate.

LEGGI ANCHE: Soft Robotics raccoglie 23 milioni di dollari dagli investitori

Il robot è ancora un prototipo e, tuttavia, i ricercatori potrebbero potenzialmente migliorarne le prestazioni. Potrebbe un giorno essere utilizzato nelle ambulanze, oltre che nei pronto soccorso per procedure come il cateterismo endovenoso, la dialisi e il posizionamento delle linee arteriose.

Un dispositivo come il nostro potrebbe aiutare i medici a prelevare campioni di sangue in modo rapido, sicuro e affidabile, prevenendo inutili complicazioni e dolori nei pazienti causati da più tentativi di inserimento dell’ago“, ha affermato l’autore principale Josh Leipheimer.

___

Leggi qui l’articolo originale.

Fabio Casciabanca

Fabio Casciabanca

Classe 1980, il che mi fa steampunk di nascita. Ho pubblicato la mia prima intervista nel 1992 sul Corriere del Giorno: avevo 12 anni e intervistare un venditore abusivo di sigarette è stata una vera impresa. Fino al 2018 ho fatto altre cose, ma cercatele voi: oggi sono Managing Editor di Ninja.it, la più importante rivista di settore in Italia sul marketing. La mia impronta verde: sono presidente dell'Associazione Missione Girasole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *